Ministri – Idioti: testo e video ufficiale

0

Idioti è il terzo singolo dei Ministri estratto dal nuovo album Cultura Generale, il cuinto in studio pubblicato venerdì 18 settembre 2015 per Godzillamarket / Warner.

Dopo i precedenti ed ottimi Balla quello che c’é e Estate Povera, la rick band milanese torna alla ribalta con questa canzone, un pezzo pieno di insulti nei confronti degli idioti, gli insulti “più educati e violenti che potessimo trovare, contro chi è talmente idiota da essere cattivo e compiacersene, contro chi ostacola la gioia altrui per il solo piacere della rovina” ha scritto il gruppo su Facebook, annunciando l’uscita del nuovo lavoro e aggiungendo che il pezzo “nasce in un giorno di rabbia e che in ogni giorno di rabbia rinascerà”.

Il semplice video ufficiale è disponibile dal 18 settembre ed è stato diretto da Davide Fois, lo stesso che sette anni fa per primo, riprese la band suonare in Diritto Al Tetto: “ma dobbiamo ringraziare anche la sua troupe, Diego, Sonique e Megg – il cagnolone che apre le danze. Ve la facciamo sentire anche questa sera alle 18.30 alla Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano, ma non suonata così che se no viene giù tutto.” hanno scritto sui social. E’ infatti in corso l’instore tour e qui potete vedere tutte le date in programma.

Per vedere il videoclip cliccate sull’immagine in basso, dopo la quale trovate il testo da noi trascritto. Per eventuali correzioni, non esitate a lasciare un commento.

idioti-videoclip-ministri

Testo Idioti – Ministri (Digital Download)

Idioti, tifosi della fine
rovina del buon senso
gramigna dei balconi
squali da cortile
il sogno dichiarato di restare in pochi
idioti
che non sapete più dormire
battete sul soffitto
sapete ridere avete il cuore intatto
volete vivere male, volete vivere troppo
idioti

idioti
esperti di vigneti da cui non passeranno più
nemmeno le comete
inventano la ruota e voi inventate i chiodi
idioti
che non sapete più dormire
battete sul soffitto
sapete ridere avete il cuore intatto
volete vivere male, volete vivere troppo
e trascinarci giù con voi
ci trascinate giù con voi
sono io quello normale
sono io quello normale
sono io quello normale
Idioti

Idioti
segugi senza stile
vigliacchi fortunati
guardoni di regime
ladri di galline
delusi dall’oroscopo vi vendicate
delusi e contagiosi vi moltiplicate
E salta il vostro piano di restare in pochi
saltate di gioia per i palazzi vuoti
volete vivere male, volete vivere troppo
e trascinarci giù con voi
ci trascinate giù con voi
sono io quello normale
sono io quello normale
sono io quello normale
Idioti
nel migliore dei casi
vi sentite cattivi
nel peggiore lo siete, per sentirvi vivi
Idioti
nel migliore dei casi
vi sentite cattivi
nel peggiore lo siete, per sentirvi vivi
Idioti
nel migliore dei casi
vi sentite cattivi
nel peggiore lo siete, per sentirvi vivi
Idioti
nel migliore dei casi
vi sentite cattivi
nel peggiore lo siete, per sentirvi vivi
Idioti
Idioti