Francesca Michielin feat. Come Cose – Riserva Naturale: audio e testo del nuovo singolo dall’album “Feat (Stato Di Natura)”

0

Riserva Naturale è un singolo di Francesca Michielin inciso con i Come Cose e rilasciato il 28 febbraio 2020 come terzo anticipo dell’album Feat (Stato Di Natura), quarto album in studio della cantautrice veneta, che vedrà la luce il 13 marzo, a oltre due anni di distanza dall’ultima fatica discografica 2640.

Tra le undici tracce del progetto, questa nuovissima e gradevole canzone (il testo e l’audio), che arriva dopo le già conosciute Cheyenne feat. Charlie Charles e GANGE ft. Shiva, pubblicata appena una settimana prima.

Il brano è caratterizzato da sonorità e testi moderni e non a caso sta già entusiasmando in fan della cantante, sempre più in trepida attesa di avere tra le mani quest’atteso disco che promette davvero bene.

Riserva Naturale copertina canzone

Francesca Michielin Riserva Naturale testo

downloadDownload su: AmazoniTunes

Non mi serve nulla, al massimo mi manca
Sono un albero in una metropolitana piena a mezzanotte e quaranta
Voglio dirti che mi sento stanca, quest’aria sfianca
Tutta ‘sta gente molesta, che mi calpesta, mezza depressa… tutta connessa

Che ne so io della tua testa?
Lasciami stare in una foresta
Fuori contesto, ma dentro la festa
Spinta dal vento, graffiata dal grigio che resta
Mi spacca il cuore, non c’è il tre, solo il minore
Mi spacca il cuore, resto io, il male minore

Ho sonno, ma sogno il sole sulle ciglie
Niente che mi tormenta

Abbracciami senza riserva… naturale
Con i piedi bene a terra
Ma con la testa che già vola e il cuore in guerra
Adesso portami con te, portami con te

[Coma Cose (Francesca Michielin)]
Yehi
Circonvalla (Circonvalla)
Anello di Saturno (Anello di Saturno)
Pianeta fantasma (Pianeta fantasma)
Aspetto il nuovo tour
Da te volevo il mare senza i pregiudizi
Però mi farò bastare due gabbiani blu
Ma arrivano soltanto quando visualizzi, tu, yeh

[F. M. (Coma Cose)]
Qua in città si muove tutto a caso
Nove, dieci, undici, sangue dal naso
Quando il freddo tornerà feroce (feroce)
E cucirò un maglione usando solamente
Un filo di voce

Ho sonno ma sogno
Io e te dentro un’arca
E suono d’archi ed un’arpa
Sogno ma ho sonno
Dentro ad una stanza
Col diluvio che avanza

Abbracciami senza riserva… naturale
Con i piedi bene a terra
Ma con la testa che già vola e il cuore in guerra
Adesso portami con te, portami con te
Proteggimi senza riserva… naturale
Respirare e stare calma
A te stretta come fossi Gibilterra
Adesso portami con te, portami con te


Ascolta su: