Francesca Michielin – Cheyenne: audio e testo del comeback prodotto da Charlie Charles

0

Rilasciato venerdì 15 novembre 2019, Cheyenne è il singolo che segna il ritorno della cantautrice e polistrumentista veneta Francesca Michielin, che per l’occasione ha ingaggiato Paolo Alberto Monachetti, in arte Charlie Charles, uno dei produttori più richiesti degli ultimi anni.

Il testo e l’audio della nuova meravigliosa canzone, che anticipa il quarto album in studio Feat (Stato Di Natura), successore del fortunato 2640, che vedrà la luce nella primavera 2020. Il brano è stato scritto da Alessandro Raina, Davide Simonetta, Mahmood & lo stesso Charles.

Si tratta di una canzone nostalgica, romantica e piena di contrasti, nella quale con la sua splendida voce, la cantante racconta la melanconia del ricordo, l’illusione di aver vissuto qualcosa di grande, che è poi scomparso senza lasciare traccia.

copertina canzone Cheyenne

Francesca Michielin Cheyenne testo

downloadDownload su: AmazoniTunes

E ripenso al week end
Quando tutte le volte
Ascoltavi Stevie Wonder
In soffitta da me
Poi da camera mia
Vedo il tramonto ma
Se ti chiamo poi litighiamo
Il cielo del Marocco è spento.

A che serve un week end?
Se non sai dove abito
Chiedi sempre di me
Anche oggi che è sabato
Io mi chiedo perché
Stiamo parlando ma
Da lontano non ci sfioriamo
Il cerchio è chiuso noi ci siamo dentro
Se c’è troppo silenzio non ti sento.

Lo sai che ridere che fa
Partire con la pioggia
Entrare in un museo
Aspettando che finisca
Un po’ come al liceo
Con la tua mano nella tasca
Sentirsi due Cheyenne con una freccia
Vorrei sapere solo se
Ti scoccia e non ti manca
Fumare qui con me
L’ultima sigaretta
Diventerei per te
In altro continente
Se fossimo a Cheyenne
Ma siamo solo gente.

Ti ricordi il week end
Dentro questa piscina
Siamo niente di che
Stavo meglio per strada
A parlare con te fino alla mattina ma
Da vicino non ci capiamo
Il cerchio è chiuso e noi ci siamo dentro
Se c’è troppo silenzio non ti sento.

Lo sai che ridere che fa
Partire con la pioggia
Entrare in un museo
Aspettando che finisca
Un po’ come al liceo
Con la tua mano nella tasca
Sentirsi due Cheyenne con una freccia
Vorrei sapere solo se
Ti scoccia e non ti manca
L’ultima sigaretta
Diventerei per te
In altro continente
Se fossimo a Cheyenne
Ma siamo solo gente.

Solo gente che sbaglia e poi si chiama amore
Questi tagli sul cuore bruciano
Più di meduse… sulla pelle.

Vorrei sapere solo se
Ti scoccia e non ti manca
L’ultima sigaretta
Conquisterei per te
In altro continente
Se fossimo a Cheyenne
Ma siamo solo gente.


Ascolta su: