Medaglia – Emis Killa & Jake La Furia: ascolta il nuovo singolo (con testo)

0

Il 18 settembre 2020 è uscito 17, il primo album collaborativo di Emis Killa e Jake La Furia, e Medaglia è il secondo singolo estratto dal progetto, composto da un totale di 17 tracce inedite e collaborazioni con artisti del calibro di Tedua, Fabri Fibra, Salmo, Massimo Pericolo e Lazza. Quest’ultimo collabora in ben due tracce dell’atteso disco, che vanta un roster di producers di tutto rispetto. Le produzioni sono infatti opera di blasonati nomi, nello specifico i 2nd Roof, Boss Doms, Dat Boi Dee, Low Kidd, Chris Nolan, Big Fish, Kid Caesar, Young Satana, Abaz e X-Plosive.

Il testo e sotto l’audio di questa gradevole canzone, nella quale i due amati rapper parlano di come siano riusciti a raggiungere il successo, realizzando quindi i propri sogni, non necessariamente legati al denaro.

Dopo Malandrino, primo ed unico anticipo dell’album, è il momento di questo interessante brano, scritto dagli interpreti e prodotto da Big Fish, in rotazione radiofonica nazionale dallo stesso giorno della release di 17.

copertina album 17 di Emis Killa e Jake La Furia

Testo Medaglia di Emis Killa e Jake La Furia

downloadDownload su: Amazon – Ascolta su: Apple Music

[1a Strofa: Jake La Furia]
Volevo fare l’astronauta
Aprire la camicia di raso e guidare il Daitarn
Poi però non ce l’ho fatta (no)
Sono volato nello spazio cavalcando navi di polvere bianca
Sognavo sui libri di scuola (seh)
Io avevo fame di sapere e ancora oggi il sapere è la mia pistola
È stata lunga e dura come il cammino verso Santiago (yeah)
E oggi gli amici bucano per me ma non perché li pago (ahahah)
Rappavo mentre gli altri vendevano il male
Oggi stanno dietro le sbarre o dentro le bare
I sogni sono benzina per chi se ne vuole andare
Da qui, da dove dalle conchiglie non senti il mare, frate’ (frate’)
Apparteniamo alle strade (seh)
Sogni d’oro, cuscini di Versace (yeah)
Proteggimi e perdonami, madre, ma questa vida loca
Mi fa venire i brividi e la pelle d’oca

[Rit.: Jake]
La faccia è l’unica cosa di me che cambia-ia
E questa strada ha il valore di una medaglia-ia
Perché la mia benzina non saranno i soldi mai
Ho sogni così grandi che se dormi non li fai

[2a Strofa: Emis]
Se un sogno non ti spaventa non è grande abbastanza (nah)
Per questo pensavi in grande da quella stanza
E puntavo alle stelle come la NASA (Già), ma senza i radar (nah)
Senza nemmeno un piano B per poi tornare a casa (ehi)
Prima dei fatti l’ho fatto con il pensiero
Sognavo soldi e successo finché un giorno è successo davvero (davvero)
Fra’, è la mia fede che mi apre tutte le porte
Tu prova e se non succede, riprova e sogna più forte
La vita è un viaggio
Chi è nato sopra un’astronave e si gode il paesaggio
E chi sta ancora in strada in cerca di un passaggio
Io all’arrembaggio su una zattera senza equipaggio
Ho agito con la forza sulla vita e l’ho presa in ostaggio
Sono la prova vivente che a fare il vincitore
Non è una carta vincente ma il giocatore
Proteggimi e perdonami, madre, ma questa vida loca
Mi aiuta a sentirmi vivo come la coca

[Rit.: Jake]
La faccia è l’unica cosa di me che cambia-ia
E questa strada ha il valore di una medaglia-ia
Perché la mia benzina non saranno i soldi mai
Ho sogni così grandi che se dormi non li fai

[3a Strofa: Emis Killa, Emis & Jake]
Sopra ad un tram senza il biglietto, auricolare nell’orecchio
In quel cassetto quanti sogni avevo
Guardai il futuro nello specchio e giuro aveva un brutto aspetto
Fra’, ma io qualcosa ci vedevo
Se è vero che anche l’erba calpestata diventa un sentiero
Io proseguo e non mi guardo indietro
Dicevano: “Sei pazzo”, e forse un po’ era vero
Grazie al cielo che ero pazzo e quindi ci credevo

[Rit.: Jake]
La faccia è l’unica cosa di me che cambia-ia
E questa strada ha il valore di una medaglia-ia
Perché la mia benzina non saranno i soldi mai
Ho sogni così grandi che se dormi non li fai