Pooh, Chi fermerà la musica 2016 è il nuovo singolo in radio: testo e video

0

Venerdì 22 aprile entra in rotazione radiofonica nazionale la versione 2016 di Chi fermerà la musica, grande hit dei Pooh del 1981, riarrangiata per la prima volta a cinque voci.

Dopo il grande successo di “Pensiero” (versione 2016) e “Noi Due Nel Mondo E Nell’Anima 2016“, il gruppo torna ad incantare in radio con uno dei singoli più conosciuti, che originariamente anticipò il rilascio dell’album Buona Fortuna. La canzone fu dedicata alla memoria di John Lennon ed è una sorta di inno alla musica, nel cui futuro vi è anche la minaccia di alcune figure (personaggi infallibili che non si ricredono mai) che potrebbero fermarla. Il brano diede anche il titolo ad una trasmissione televisiva, prodotta oltre venti anni più tardi. Il game show musicale venne condotto da Pupo ed andò in onda su Rai 1, da domenica 16 dicembre 2007 a venerdì 22 febbraio 2008.

Quella dei Pooh è stata una fortunatissima reunion per festeggiare il 50esimo anniversario, che culminerà con il rilascio di un disco distribuito da Sony Music, che vedrà la luce a settembre. L’album sarà disponibile nella versione composta da 3 CD e in quella impreziosita dall’aggiunta di un Dvd. L’opera raccoglierà immagini e brani di “REUNION – L’ULTIMA NOTTE INSIEME” oltre ad alcuni pezzi inediti per immortalare e far rivivere al pubblico l’emozione dei grandi eventi negli stadi.

Domenica scorsa, la band si è esibita a sorpresa in Piazza Duomo a Milano. Il motivo? Hanno registrato il videoclip della nuova versione del brano, un filmato diretto da Gaetano Morbioli di prossima uscita. Nell’attesa potete accontentarvi con ben tre videoclip: al primo potete accedere cliccando sull’immagine sottostante, mentre gli altri due sono disponibili su Gazzetta.it e su Corriere.it. I Pooh hanno improvvisamente iniziato a suonare davanti al sagrato del Duomo, attirando numerosi fan e passanti che hanno iniziato a ballare e cantare sulle note di questa meravigliosa ed intramontabile canzone. Poche ore prima, gli stessi Pooh si erano concessi per una sessione di autografi e foto.

Prima di concludere, volevamo ricordare che il gruppo continuerà con una serie di live che si svolgeranno allo Stadio San Siro il 10 e 11 giugno, allo stadio Olimpico di Roma il 15 giugno e allo stadio S. Filippo (ora Franco Scoglio) di Messina il 18 giugno. L’8, il 9 e l’11 settembre sarà la volta di tre imperdibili concerti all’Arena di Verona ed infine il 13 settembre alla Fiera di Bergamo, il 28 al Palasele di Eboli, il 1° e 2 novembre al Palaflorio di Bari, l’8 all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, il 18 al Nelson Mandela Forum di Firenze, il 25 e 26 novembre al Pala Alpitour (ex Palaolimpico) di Torino. I tagliandi d’ingresso sono disponibili nel circuito TicketOne. In caso di soldout vi consigliamo l’affidabile Viagogo.

Chi-fermera-la-musica-live-video-pooh

Testo Chi fermerà la musica – Pooh 2016 (Download)

Ora si respira
Hai travolto la mia barriera
Una polveriera.
Quante donne che sei stasera
Tastiera che suoni per le mie mani
Luna a cui mando i miei aeroplani
Stai cambiando i suoni alla mia musica.
Buona primavera
Per chi vola non c’è frontiera
Bevo per chi è bravo
A mangiarsi la vita vivo
Per quelli che vanno in amore spesso
Per te che mi cambi colore addosso
Per me stesso
Cambio pelle e stelle io.
Chi fermerà la musica
L’aria diventa elettrica
E un uomo non si addomestica
Le corde mi suonano forte
La molla è carica.
Chi fermerà la musica
Quelli che non si sbagliano
Quelli che non si svegliano
Stanno nei porti a tagliarsi le vele
Tu parti nel sole con me.
Ero barricato
Nel mio spazio come un bandito
Brava mi hai colpito
Ti ringrazio non hai sbagliato.
Mi hai dato contatto alla mia maniera
Sospetto che stai per costarmi cara
L’aria è troppo chiara per nascondersi.
Chi fermerà la musica
L’aria diventa elettrica
E un uomo non si addomestica
Le corde mi suonano forte
La molla è carica.
Chi fermerà la musica
Quelli che non si sbagliano
Quelli che non si svegliano
Stanno nei porti a tagliarsi le vele
Tu parti nel sole con me.
Buona primavera,
Per chi vola non c’è frontiera
Ora si respira
Quante donne che sei stasera.