L’orso – Post-it: testo e lyric video

0

Post-It è la prima traccia de L’Orso tratta dal nuovo progetto discografico Ho messo la sveglia per la rivoluzione, che sarà pubblicato il prossimo 2 febbraio. A proposito di disco, il gruppo ha scritto su Facebook che coloro i quali pre-ordineranno l’opera su iTunes, inviando lo screenshot della prenotazione a iochehocapitotutto@gmail.com, riceveranno gratuitamente una traccia inedita.

Dopo aver parlato del primo singolo Giorni Migliori, e le tracce Quello che manca e L’estate del primo bacio, è il momento di ascoltare Post-it, canzone d’apertura del nuovo interessante lavoro di questa band, che sarà composto da altre sei tracce ovvero Il tempo ci ripagherà, Festa di merda, Io che ho capito tutto, Come uno shoegazer, I buoni propositi con COSTA! e Baader Meinhof con Lo Stato Sociale.

Per vedere il lyric video diretto da Luca Moretti, cliccate sull’immagine sottostante mentre a seguire potete leggere il testo scritto.

l'rso-post-it-lyric-video

Testo Post-It – L’Orso

La mia casa dimora nei tuoi occhi, ovunque ti volti ci son stati i nostri corpi anche senza di te. Ti ho lasciato dei post-it nei posti più nascosti che se mi conosci li troverai. Per queste prime notti, metti caso che ritorni, non voglio che tu inciampi, lascio accesa l’abat-jour. Ho fatto i bagagli dalla tua vita, ora lasciami solo una buona frase d’uscita. La mia casa dimora tra le tue braccia, in qualunque battaglia, questa mia faccia stanca sa tornare da te. Lascio che la speranza scompaia nella stanza più buia, spero non ti dispiaccia illuminarla di te. Per questa convivenza, metti caso che riprenda, qualunque cosa accada lascio accesa l’abat-jour. Ho fatto i bagagli dalla tua vita, ora lasciami solo una buona frase, ora lasciami solo una buona frase d’uscita. Ho fatto i bagagli dalla tua vita, ora lasciami solo una buona frase d’uscita. La tua casa ormai dimora altrove, non son bastate le parole, gli accenni di scuse, per fermarti da me. Ti ho lasciato nelle stanze più vuote le cose preziose, quelle ripiene di luce, le noterai. Per questa ultima notte tengo aperte queste porte, ma ho spento la luce e staccato l’abat-jour. Ho fatto i bagagli dalla tua vita, ora lasciami solo una buona frase, Ho fatto i bagagli dalla tua vita ora lasciami solo una buona frase d’uscita.