David & Romany Gilmour – Yes, I Have Ghosts: ascolta e guarda il video del singolo (testo)

0

Ispirato a un romanzo scritto dalla moglie Polly Samson e intitolato A Theatre for Dreamers, Yes, I Have Ghosts è un singolo del cantautore inglese David Gilmour, inciso insieme alla figlia Romany e disponibile dal 3 luglio 2020.

Leggi il testo e ascolta e guarda il video che accompagna questa bella canzone, scritta con la collaborazione della moglie. Il filmato è stato diretto da Gavin Elder.

Il cantautore, polistrumentista, compositore, produttore, ex chitarrista e cantante dello storico gruppo britannico Pink Floyd, torna alla ribalta con questo pezzo, che arriva a cinque anni dall’ultima discografica solista “Rattle That Lock”.

L’artista iniziò a lavorare sulla canzone prima del lockdown dopo il quale, dovette cancellare la sessione di registrazione con i coristi, in compenso tutto questo gli consentì di scoprire come la voce della figlia si fondeva alla perfezione con la sua “e il suo modo di suonare l’arpa è stata una rivelazione” ha affermato Gilmour.

copertina brano Yes, I Have Ghosts

David Gilmour – Yes I Have Ghosts testo

downloadDownload su: AmazoniTunes

Passa traduzione in italiano

[1a Strofa]
The heat of the sun stayed on through the night
Made spectres of strangers playing games with my sight
I passed through the station, a face in the crowd
The whistle was blowing, the barrier came down

[2a Strofa]
There was my baby, in another’s embrace
I called out her name in shame and disgrace

[Refrain]
Yes, I have ghosts, not all of them dead
Making dust of my dreams, spinning round and around
Around in my head

[3a Strofa]
Train on the tracks, teeth of the zip
The slider moves down, we were joined at the hip
Stealing the groove, the widening gap
Unfastening rails from a past with no map

[Refrain]
Yes, I have ghosts, a fleeting sight
It’s always the living that are haunting my nights

[4a Strofa]
Where is the sweet soul that you used to be
Gone like a thistle that’s blown on the breeze
I guess when it’s over, this haunting will end
The waiting, the baiting, my killer, my friend

[Refrain]
Yes, I have ghosts, not all of them dead
And they dance by the moon, millstones white as the sheet
On my bed


Yes, I Have Ghosts David Gilmour Traduzione

[1a Strofa]
Il calore del sole è rimasto per tutta la notte
Ho creato spettri di sconosciuti che giocavano con i miei occhi
Ho attraversato la stazione, un viso fra la folla
Il fischietto suonava, la barriera veniva giù

[2a Strofa]
C’era il mio tesorino, nelle braccia di un altro
Ho gridato il suo nome con vergogna e disonore

[Refrain]
Sì, ho fantasmi, non tutti morti
Facendo polvere dei miei sogni, che girano
Girano nella mia testa

[3a Strofa]
Il treno sul binario, i denti della zip
Il dispositivo di scorrimento si sposta verso il basso, eravamo legati per la pelle
Rubare il solco, il crescente divario
Allentando rotaie da un passato senza mappa

[Refrain]
Sì, ho fantasmi, una vista fugace
Sono sempre i vivi a tormentare le mie notti

[4a Strofa]
Dov’è finita la dolce anima che eri prima
Andato come un cardo che soffia nella brezza
Credo che quando sarà finita, questa ossessione finirà
L’attesa, l’esca, il mio assassino, il mio amico

[Refrain]
Sì, ho fantasmi, non tutti morti
E ballano con la luna, macine bianche come lenzuola
Nel mio letto

Vai al testo

Ascolta su: