WØODY – Mix Møn Amøur: audio e testo della canzone

0

Mix Møn Amøur è un singolo dell’emergente rapper WØODY, rilasciato il 3 dicembre 2019 in maniera indipendente: leggi il testo fatto di belle parole rivolte alla persona amata e ascolta questa bella canzone.

In questo coinvolgente pezzo, l’emergente artista racconta una storia d’amore piuttosto tribolata. Gli ascoltatori hanno definito il brano: un capolavoro, stupendo, bellissimo e c’è chi dice “la mia canzone preferita”, “spacca”, “la amo”, “merita di più”, “la sto ascoltando da due giorni”. Effettivamente il singolo è molto ben fatto e se il buongiorno si vede dal mattino, penso che in futuro sentiremo parlare di questo artista, sul quale al momento non vi sono informazioni.

copertina canzone mix mon amour

woody – Mix Mon Amour testo

downloadDownload su: AmazoniTunes

Ti guardo da lontano, mentre sorridi mi parli piano
forse mi sbaglio ma penso che ‘sto momento non lo dimentichiamo
sei bella che manco lo sai, forse è per questo che ancora m’inganni
incroci i tuoi sguardi con i miei
faccio lo stron*o poi vengo a scusarmi di nuovo
baby, stiamo cadendo nel vuoto, vedi?
Tutte le volte passate a dare di matto
lasci il rossetto sulle mie labbra, io ancora mi pento
con le lenzuola che arrivano al petto
ti fisso mentre dormi nel mio letto
e solo se cambio andiamo, solo se cambio ti amo
e rido da solo, con te che mi guardi e mi dici che resto da solo ma ancora ti sogno
mentre lascio impresso sul braccio con la tratto nera i tratti del tuo volto
qui sono le tre del mattino ma ancora ti scrivo: “tu restami accanto”
ho visto una lacrima bianca sulla tua guancia e mi sono chiesto se, eh

tutte le volte che ti ho scritto mon amour
versavi un altro po’ di gin sulle ferite
e la radio mandava una canzone sempre in loop
ma sentivamo solamente i battiti tossire
io forse farei meglio se perdessi un po’ di te
ma dico: “mon amour, tu versa un altro cuba libre”
in due sotto la pioggia
con la mia felpa addosso
mentre parli io mi scordo
ma il mio sguardo cerca te

ti giuro vorrei
ogni momento per poi riviverli tutti
dentro ogni rima un po’ di te e poi riscriverli tutti
ancora ti parlo di me mentre alzi lo sguardo
immersi nel buio me ne accendo un’altra che sa di te
no, non mi scordo che dentro il silenzio parla-va
il cuore correva veloce mentre fissavamo gli istanti con l’alba
le mani intrecciate, la voce rotta, io perdo ancora la testa per te
siamo una fiaba, le mille e una notte, la principessa nel blazer Chanel
che fumo Marlboro rosse, io ancora aspiro dal narghilè
mentre racconti le tue paranoie, mischi il destino e la sorte
baci rubati tra le vie buie di Roma, siamo alle solite
le tue convinzioni solide perse ormai dentro alla polvere
io ti aspetterò davanti alle porte del treno perché ancora mi chiedo se, eh

tutte le volte che ti ho scritto mon amour
versavi un altro po’ di gin sulle ferite
e la radio mandava una canzone sempre in loop
ma sentivamo solamente i battiti tossire
io forse farei meglio se perdessi un po’ di te
ma dico: “mon amour, tu versa un altro cuba libre”
in due sotto la pioggia
co-con la mia felpa addosso
mentre parli io mi scordo
ma il mio sguardo cerca te-e-eh
ma il mio sguardo cerca te
ma il mio sguardo cerca

io ti guardo da lontano
mentre sorridi mi parli piano
forse mi sbaglio ma penso
che ‘sto momento non lo dimentichiamo


Ascolta su: