Tredici Pietro & PSICOLOGI “Vestiti D’Odio”: audio e testo della canzone

0

Il rapper Pietro Morandi, in arte Tredici Pietro, e gli Psicologi, hanno unito le forze nel singolo Vestiti D’Odio, uscito il 10 gennaio 2020 per Thaurus/Universal Music Italia.

Il testo e l’audio di questo bel brano, il primo rilasciato nel nuovo anno dal figlio più piccolo di Gianni Morandi, scritto e interpretato insieme a Marco De Cesaris, aka Drast, e Lil Kaneki, al secolo Alessio Akira Aresu. La produzione è stata curata dal giovane bolognese Matteo Novi, artisticamente conosciuto come Mr. Monkey. Come affermato dal giovane artista, questo pezzo sancisce l’inizio di tante cose, perché è solo la prima di una serie di tracce che usciranno quest’anno e che presumo, saranno racchiuse in un futuro album o EP.

Sta già contagiando il web diffondendosi viralmente questa nuova canzone, già suonata in diverse occasioni dal vivo, nella quale si parla di una storia d’amore giunta ormai al capolinea: è difficile rassegnarsi all’idea che la tua ex dolce metà, della quale sei ancora innamorato, stia con un altro, soprattutto pensando che appena un anno prima si stava felicemente insieme. Sulla stessa lunghezza d’onda gli Psicologi, con Drast che ricorda i bei momenti passati insieme e Kaneki che affoga i dispiaceri nell’alcool.

copertina brano Vestiti D’Odio

Vestiti D’Odio testo — Tredici Pietro • Psicologi

downloadDownload su: AmazoniTunes

Mr. Monkey

[Drast]
Ma ci hai visto? (Che scemi)
Gli aerei (i treni)
Le notti nei bar, i ricordi, i pensieri
I tuoi gatti, gli scleri, i tuoi mille problemi
Come puoi non amarmi? Nemmeno tu ci credi
E so che un battito di ciglia ferma un battito di cuore
Ci siamo fatti mille piani senza trovare l’ascensore
Guardavamo il mare dai finestrini di quel regionale
Quanto ci piace viaggiare?
Senza soldi, dentro una casa di carta e sta per arrivare il temporale

[Tred. P.]
Qua nuotiamo da soli
Puoi scoprire chi sono
Ma se vuoi usciamo fuori
Ci vestiamo di odio
Quando siamo da soli
Non mi sento più solo
Ma se poi usciamo fuori
Ci vestiamo di odio

È una vita che sbaglio, oh
Scrivimi che ti manco, dai
Vorrei tornare a un anno fa
Nel tuo mondo c’hai un altro ormai
È una vita che sbaglio, oh
Scrivimi che ti manco, dai
Vorrei tornare a un anno fa
Nel tuo mondo c’hai un altro ormai.

[Lil Kaneki]
Guardami negli occhi e poi dimmi cosa pensi
Distruggiamo tutto, dopo raccogliamo i pezzi
Tu che mi detesti, io che mi detesto
I tuoi occhi freddi, io che brucio lento
Cuori a metà fanno male
Io che non so con chi stare
Ubriaco marcio, dentro la birra c’ho il mare
Come un bastardo, dopo inizio a urlare, ah
E so bene che dovrei stare zitto
E tu da me non tornerai mai più
Mi è rimasta una bugia e poi il tuo strillo
La prossima chiamata metto giù

[Tred. P.]
Qua nuotiamo da soli
Puoi scoprire chi sono
Ma se vuoi usciamo fuori
Ci vestiamo di odio
Quando siamo da soli
Non mi sento più solo
Ma se poi usciamo fuori
Ci vestiamo di odio

È una vita che sbaglio, oh
Scrivimi che ti manco, dai
Vorrei tornare a un anno fa
Nel tuo mondo c’hai un altro ormai
È una vita che sbaglio, oh
Scrivimi che ti manco, dai
Vorrei tornare a un anno fa
Nel tuo mondo c’hai un altro ormai
È una vita che sbaglio, oh
Scrivimi che ti manco, dai
Vorrei tornare a un anno fa
Nel tuo mondo c’hai un altro ormai
È una vita che sbaglio, oh
Scrivimi che ti manco, dai
Vorrei tornare a un anno fa
Nel tuo mondo c’hai un altro ormai


Ascolta su: