Pubblicità Jean Paul Gaultier “La Belle & Le Beau”: nome dei modelli e delle modelle e canzone dello spot

1

pubblicità Jean Paul Gaultier La Belle and Le Beau

Forse cercavi: Pubblicità Jean Paul Gaultier Le Male 2020?

Vedi anche: Pubblicità Jean Paul Gaultier Scandal

Da dicembre 2019 viene trasmesso in tv il bizzarro spot dei profumi La Belle & Le Beau, nuove fragranze uomo e donna di casa Jean Paul Gaultier, che vede protagonisti diversi modelli e modelle. Beh, sono in grado di dirvi i loro nomi. E’ molto particolare e originale questa campagna, che in una strana fabbrica di profumi, vede dei marinai remare a bordo di vasche e una bionda e uno dei marinai spingere una grande leva per far girare il macchinario che sforna tali profumi.

Vai direttamente al titolo della canzone

I principali protagonisti sono Daphne Groeneveld (la ragazza bionda) e Chris Bunn, che nel finale vediamo distesi su un letto di fiori e praticamente nudi, ad eccezione delle parti intime, anch’esse ricoperte di fiori. Gli altri attori sono Abdo Minou, Matt Matic, Oscar Face, Candy Namite, Rubi Ceps, Steve Maqueen, K-Zanova, Lolita Gueule e Sugar Lips. Come faccio a saperlo? Guardate il video sotto:

A fare da colonna sonora alla pubblicità, una famosissima canzone. Qual è il titolo? Ve lo dico appena dopo il video di questa campagna pubblicitaria.

Il titolo della canzone è:

Casta diva di Vincenzo Bellini, già utilizzata in diversi precedenti spot televisivi e qui proposta in una sorta di remix che, non so chi abbia realizzato. Si tratta della pagina più celebre composta da Bellini. Il testo di questo pezzo, interpretato da diversi soprani, tra i quali Maria Callas, voce della versione utilizzata nella campagna.


Testo Casta diva

Casta Diva
Casta Diva che inargenti
queste sacre antiche piante
a noi volgi il bel sembiante
senza nube e senza vel.
Tempra, o Diva,
tempra tu de’ cori ardenti
tempra ancor lo zelo audace
spargi in terra quella pace
che regnar tu fai nel ciel.

Fine al rito : e il sacro bosco
Sia disgombro dai profani.
Quando il Nume irato e fosco,
Chiegga il sangue dei Romani,
Dal Druidico delubro
La mia voce tuonerà.
Cadrà; punirlo io posso.
(Ma, punirlo, il cor non sa.
Ah! bello a me ritorna
Del fido amor primiero;
E contro il mondo intiero…
Difesa a te sarò.
Ah! bello a me ritorna
Del raggio tuo sereno;
E vita nel tuo seno,
E patria e cielo avrò.
Ah, riedi ancora qual eri allora,
Quando il cor ti diedi allora,
Ah, riedi a me.)