Nomadi – Non c’è tempo da perdere: testo e audio

0

Si intitola Non c’è tempo da perdere il nuovo singolo dei Nomadi, primo estratto dal nuovo progetto discografico Lascia Il Segno, che sarà disponibile a maggio nei negozi fisici e nei digital store.

In rotazione radiofonica e disponibile nel formato digitale dal 17 aprile 2015, questa canzone è carica di contenuti e nuove sperimentazioni e propone temi e sfaccettature del nostro vivere quotidiano.

Ad esempio, la fine del primo verso invita a prendere in mano la nostra vita, il verso recita “C’è una strada da prendere, apri gli occhi e prova a scegliere”. Ma l’inedito denuncia anche i talk show, popolato da incantatori di serpenti (noi siamo lepre del ma siamo pronti a trasformare ogni bugia in verità, a raccogliere da terra la dignità, c’è quel vuoto da colmare, allora alzati e prova a scegliere).

Niente male il nuovo brano di questo storico gruppo pop-rock formatosi nel lontano 1963, un pezzo che potete ascoltare su Spotify cliccando sull’immagine sottostante relativa alla cover.

Di seguito trovate le parole che lo compongono.

nomadi-non-ce-tempo-da-perdere

Testo Non c’è tempo da perdere – Nomadi (Digital Download)

[Verso 1]
Vedo la rabbia, nelle città
il conto della storia arriva al tavolo
quando ti entra nella pancia
sei messo alla prova, sei pronto
abbi fede nella tua libertà
a parlare della tua verità
c’è una strada, da prendere
apri gli occhi e prova a scegliere

[Ritornello]
E non c’è tempo da perdere
quel che resta da prendere
insieme
contro ogni dolore, insieme e poi
accenderemo il motore
e non ci sono più scuse
c’è solo il tempo di tornare
insieme
a sorridere per le strade
insieme
a cercare una luce
nelle case

[Verso 2]
Sento le grida, nei talk show
è un gioco di mani sotto il tavolo
incantatori di serpenti
noi siamo lepre del ma siamo pronti
a trasformare ogni bugia in verità
a raccogliere da terra la dignità
c’è quel vuoto da colmare
allora alzati e prova a scegliere

[Ritornello]
Non c’è tempo da perdere
quel che resta da prendere
insieme
contro ogni dolore, insieme e poi
accenderemo il motore
e non ci sono più scuse
c’è solo il tempo di tornare
insieme
a sorridere per le strade
insieme
a cercare una luce
nelle case

[Verso 3]
Il metallo vale più della vita
il destino sulla punta di una matita
dietro ad ogni vuoto da riempire
c’è un dolore da trasformare

[Ritornello più breve]
E non ci sono più scuse
c’è solo il tempo di tornare
insieme
a sorridere per le strade
insieme
a cercare una luce
nelle case