Niko Pandetta – Mamacita: audio, video ufficiale e testo del nuovo singolo

0

Disponibile dal 7 ottobre 2019, Mamacita è un singolo del cantautore siciliano Niko Pandetta, scritto di suo pugno e prodotto dal catanese Funkyman, già al lavoro per rapper come L’Elfo. Leggi il testo e ascolta e guarda il video ufficiale diretto da Ferdinando Esposito.

Si tratta di una canzone insolita per questo emergente cantante, in quanto al contrario dei suoi standard, qui rappa in italiano (con un paio di parole in inglese e in spagnolo) anziché cantare in dialetto napoletano ed è per questo che stanno infatti piovendo ingenerose critiche riguardo questo pezzo, che tuttavia a parer mio non è affatto male. Fortunatamente per l’artista catanese classe 1991, una delle voci più affermate nel campo neomelodico, il brano è anche stato molto apprezzato.

Per finire una curiosità: mamacita (significato letterale “mammina”) è un termine spagnolo che viene solitamente utilizzato (molto nelle canzoni) per dire a una ragazza “bella”, “bellissima”, “bellezza”, “sexy”.

copertina canzone Mamacita

Niko Pandetta – Mamacita testo

downloadDownload su: AmazoniTunes

Ma-ma-cita, eheh-eh
ti porto a ballare lontano dai guai della vita, yeh
si, della mia vita
ma-ma-cita, eheh-eh
rimanda i problemi a domani, stanotte è finita, yeh
finché non è finita, yehi.

Se farmi male però non vuoi
ti faccio fare ciò che non puoi
ti porterò, si, dove non sai
non preoccuparti baby, don’t cry
non ascoltare più quella tua amica
vorrebbe che tra noi fosse finita
ti parla male però è solo invidia
vorrebbe stare al posto tuo qui insieme a me eh-eh-eh-eh-eh-eh
in giro a spendere sti i soldi come fossimo già grandi
sai che voglio te-eh-eh-eh-eh
baby non preoccuparti perché penserò io a tutto e andremo lontano
ti porterò per mano
non serve che parliamo
perché lo sappiamo.

Ma-ma-cita, eheh-eh
ti porto a ballare lontano dai guai della vita, yeh
si, della mia vita
ma-ma-cita, eheh-eh
rimanda i problemi a domani, stanotte è finita, yehi
finché non è finita, yeh.

Baby è presto per accompagnarti
cerco solo un pretesto per sfiorarti
toccare con le mani, alle tue mani avvicinarmi
sfiorarti con le labbra il volto però tu mi scappi
lo sai siamo distanti (distanti)
prova finta maldita coi diamanti
sei nata con i guanti
mio figlio della strada in guerra per questi contanti
ma quando non ci sei devo ammettere che mi manchi
ce la stiamo facendo
un giorno prederemo tutto questo
e se tu ci sarai sarà più bello
e se non conterà più niente adesso
un giorno scapperemo, l’ho promesso, yah.

Ma-ma-cita, eheh-eh
ti porto a ballare lontano dai guai della vita, yeh
si, della mia vita
ma-ma-cita, eheh-eh
rimanda i problemi a domani, stanotte è finita, yeh
finché non è finita, yehi.


Ascolta su: