Nayt – Grazie Prego Scusa: audio e testo del nuovo singolo

0

Rilasciato il 26 settembre 2019, Grazie Prego Scusa è un singolo del rapper molisano William Mezzanotte, in arte Nayt, scritto di suo pugno e composto da Emanuele Maracchioni, Riccardo Ginestra, Walter Babbini e dal romano Davide D’Onofrio, in arte 3D, che ha anche curato la produzione. Leggi il testo e ascolta la nuova canzone.

copertina canzone Grazie Prego Scusa

Nayt – Grazie Prego Scusa testo

downloadDownload su: AmazoniTunes

Yeah, yeeh, 3D baby

Vomito se vedo la tua tipa, oh
Pare scema come la sua amica, oh
Nella scena come in una fi*a, oh
Farò schifo come la tua vita, oh
Apro Instagram, orgie di like
Fossa di infami, mostra di cani
Mo-mo-mo-mostrati quanto costa
Dirai po-po-postano la mia roba sopra TikTok
Portato un poco di pepe nelle mie rime
Non è solo rap dico tra me e me
Bro vende, la tua tipa è verde
L’invidia rende una fi*a un verme
Che vite orrende che avete
Imbarazzanti
Gara chi è più scemo l’hai vinta alla grande
Nella vita si impara anche
Mmh, non scopi la tua donna poi ti picchia l’amante
Me ne sbatto se non piaccio
A quello che fa il duro, a quello che fa il gangsta
O si fissa col braccio e te lo metto in cu*o
Con le palle in testa gridi “resta così”
Ogni live è come in curva
Punto pubblico di ultras
Quando rappo immagino uno spillo sotto l’unghia
Tiro un calcio con la punta
Pensaci senza un pischello scemo che mi insulta
Avrai sempre una vita assurda
Spesso la droga se la proibisci a priori frutta
So cos’è perchè l’ho assunta
Questi qui sco*ano la musica
Sono abusi, poveri illusi
Pensavano davvero che non arrivasse uno come me
A fargli il cu*o, povere pussy, sono deluso oramai
Supero l’hype, buco nei live, view che non hai avuto, no mai
Faccio rap, pop, jazz, blues e non sai
Recupera fanno “bu” quando fai rap
Tu scusami oppure fo**iti non scusarmi
Bene, posso aprire le danze
Sai cosa mi ha reso me? Ansie
Non me ne frega di cosa dice il web, anzi
Sai cosa mi dice il rap? Grazie.

E non ho, e non ho (ehi)
Una vita sana, un cuore buono (ehi)
Mi guardano strano, non so più chi sono (ehi)
Mi guardo allo specchio la mia vita è questa
La mia vita è què, la mia vita è questa, no, no, e
Tu mi chiedi resta, no, no, e
Come dirmi cambia, ho un’idea diversa
Forse non lo sai, forse non mi salvo
Bro sto in partenza
La mia vita è què, la mia vita è questa, no, no.

Chi mi guarda vede fama
L’ho sudato, il flow è una sauna
Spacco il doppio e fanno “wow, wow”
Di chi mi ama, non mi fido giuro mamma
Chi mi guarda vede grana, di legarmi non mi va, no
Io sono il più forte in Italia, forse riprovo ad arrivare
Porte che ho aperto, porte che ho preso in faccia delle botte
Mi sento un pò scemo, quindi un pò te
Un gong che non suono, un flow che non muore
Un bong che non smette di fumare
Sporche queste mie mani sono un botto fuori
Mi sposto, sono l’opposto di te che posso dire
Se lo posso scrivere è vero.

E non ho, e non ho (ehi)
Una vita sana, un cuore buono (ehi)
Mi guardano strano, non so più chi sono (ehi)
Mi guardo allo specchio la mia vita è questa
La mia vita è què, la mia vita è questa, no, no, e
Tu mi chiedi resta, no, no, e
Come dirmi cambia, ho un’idea diversa
Forse non lo sai, forse non mi salvo
Bro sto in partenza
La mia vita è què, la mia vita è questa, no, no (la mia vita è questa, no, no).

(E non ho nient’altro
Sono qui che faccio
Fumo il vento bianco
Questa roba è parte di me
E non cambio più
Ormai, ormai, ormai)


Ascolta su: