Modà – Cuore Di Cemento: ascolta e leggi il testo del nuovo singolo inedito

4

Archiviata la settima era discografica Testa O Croce, i Modà tornano con Cuore Di Cemento, singolo inedito disponibile ovunque, anche in radio, dal 28 agosto 2020. Leggi il testo e ascoltalo.

Si tratta di una bella, intensa e profonda canzone, che segna il ritorno all’inconfondibile sound delle origini dell’amatissimo gruppo capitanato da Kekko Silvestre, quello che ha fatto innamorare milioni di ascoltatori, rimasti tuttavia tutt’altro che delusi dall’ultimo progetto certificato Oro e rimasto stabilmente in Top Ten per le prime 5 settimane nella classifica Fimi relativa agli album più venduti in Italia, senza considerare 25 milioni di views su Youtube e oltre 15 di streams.

Nel brano, che sicuramente farà sorridere i fan della pop rock band, Kekko canta un amore non più solido come un tempo, ma nonostante ciò, questo rapporto continua ad andare avanti, forse principalmente per l’intesa che continua ad esserci sotto le coperte.

Cuore di cemento copertina brano modà

Modà – Cuore Di Cemento Testo

downloadDownload su: AmazoniTunes

[1a Strofa]
Parli di dolcezza proprio tu
proprio tu che non sai prendermi
cuore di cemento che non fa
entrare chiodi, ne proiettili
forse sarà pure colpa mia
ma siamo sempre stati complici
nell’amore e nella malattia
di chi spesso non sa accorgersi
che l’amore vive solo se
hai il coraggio anche di perderti
per capire che lontani non sarebbe facile

[Ritornello]
Non ho mai capito che cos’è
che mi tiene così in bilico
farai sesso come piace a me
sempre al limite del brivido
noi di amore non parliamo più
e non sentiamo mai il pericolo
ma forse ci guardiamo un po di più
e ci capiamo più del solito
chiamami
bastardo e non amore
guardaci
anime sempre in pena
eppure sempre insieme

[2a Strofa]
Cuore di cemento tu non sai
quanto è difficile reprimere
la voglia di un amore nuovo per
solo per via dell’abitudine
sorridiamo solo tra la gente
che ci giudica invincibili
senza immaginare quanto invece siamo fragili

[Ritornello]
Non ho mai capito che cos’è
che mi tiene così in bilico
farai sesso come piace a me
sempre al limite del brivido
noi di amore non parliamo più
e non sentiamo mai il pericolo
ma forse ci guardiamo un po di più
e ci capiamo più del solito
parapapa, parapapa
richiamami
bastardo e non amore
guardaci
anime sempre in pena
eppure sempre insieme


Audio: