Linea 77 – Play & Rewind feat. Caparezza & Hell Raton: audio, testo e traduzione

0

Play & Rewind feat. Caparezza & Hell Raton, è la traccia numero 4 di Server Sirena, quinto EP dei Linea 77, rilasciato l’11 ottobre 2019 via Polydor Records / Universal Music Italia. Nell’Extended Play del gruppo alternative metal piemontese, sono presenti un totale di 6 tracce inedite, tra le quali i singoli AK77 feat. Salmo & Slait, Sangue Nero feat. Ensi e Cielo Piombo feat. Samuel, più Prison feat. Axos, Senzalternativa feat. Jack The Smoker e il brano in oggetto, impreziosito dalle voci dei due rapper.

La traccia (il testo, la traduzione in italiano e l’audio) è stata firmata da The Bloody Beetroots (Simone Cogo, produttore della canzone), Nicola Sangermano, in arte Nitto (una delle due voci del gruppo torinese), DADE (Davide Pavanello, membro del gruppo), Manuel Zappadu, aka Hell Raton, e Michele Salvemini, in arte Caparezza.

Nella nuova canzone, nella quale EL Raton rappa in spagnolo, si parla della ripetitività nella vita e i suoi effetti negativi. Come da titolo, Play e Rewind sta ad indicare infatti l’avvio e il riavvio della riproduzione, quindi come se certe cose che facciamo con una certa abitudinarietà nella nostra vita, vengono ripetute costantemente un po’ come se si riavvolgesse il nastro.

copertina canzone play e rewind

Play e Rewind Testo e Traduzione — Linea 77 • Caparezza • Hell Raton

downloadDownload su: AmazoniTunes

[x4]
Play & Rewind (Play & Rewind)

[Hell Ratón]
Ehi
Porque soy Hell Ratón
Me llenan de veneno
Pero yo no me muero
¿Entendiste cabrón?
Una vida sin frenos
Mis hermanos primero
Nos tomamos el juego
Sin pedirte perdón
Sin pedirte perdón
Hago to’ lo que quiero
Soy un perro sin huesos
En un mundo ladrón
Todo que mi regreso
No me quede en silencio
No me ve como el viento
Levantaste un tifón
Tengo el antidoto pa’ tu veneno
No vales nada, vale tu dinero
Tengo un problema
Con estos rapperos
Yo me tomo sus ollas
Sin decirles “hasta luego”

Perché sono Hell Ratón
Mi riempiono di veleno
Ma non sto morendo
Hai capito bastardo?
Una vita senza freni
Prima i miei fratelli
Prendiamo il gioco
Senza chiedere perdono
Senza chiedere perdono
Faccio tutto ciò che voglio
Sono un cane senza ossa
In un mondo ladro
Tutto il mio ritorno
Non sono mai rimasto in silenzio
Non mi vede come il vento
Hai sollevato un tifone
Ho l’antidoto per il tuo veleno
Non vali niente, valgono i tuoi soldi
Ho un problema
Con questi rapper
Prendo le loro pentole
Senza dire “a dopo”

[L.77]
Play & Rewind
Girando intorno alla ruota, come in un loop infinito
Play & Rewind
Pensando a un’altra via di fuga, l’anima [affonda?] e torna indietro
Play & Rewind
Stima, benzodiazepine, credi più in te stesso, metanfetamine
Play & Rewind
Fatti il segno della croce, la tua anestesia
Sette Padre Nostro, sette Ave Maria

[Caparezza]
Leggo l’oroscopo di mala voglia, come i Malavoglia (come i Malavoglia)
Dicono che mi deprime il rituale, mi ammala la noia (ammala la noia)
Ogni Natale che passo, uva passa con la mangiatoia
Mi passa la voglia, dal Carnevale alla Pasqua è una tassa, la solita solfa
Al mio compleanno spengo candeline sbuffando
Battono le mani fin quando non hanno le vesciche sul palmo
Portando le mie rime sul palco, mi domando: “Sono figlio di un Parrot?”
Troppe feste si rovina con l’alcool pure Topolino ad Orlando
Se ingoiaste maionese per un mese vi verrebbe l’orticaria
Dopo trenta capodanni ancora ad esaltarvi per i botti in aria
Cambi stato, cambi casa, cambi ingresso, vuoi la stessa portinaia
Per fortuna non vivrò cent’anni, sono nato in Puglia, mica ad Okinawa (Okinawa)

[Bridge: L.77 & Cap.]
Dalla prima luna, repetita iuvant
Non è mai finita per la dittatura
Scrivo la mia vita sotto dettatura
Finché [sogno grida?] la magistratura
“Il solito, grazie”
Se pago rispondono di solito: “Grazie”
“Il solito, grazie”
Se pago rispondono di solito: “Grazie”
“Il solito, grazie”
Se pago rispondono di solito: “Grazie”
“Il solito, grazie”
Se pago rispondono di solito:

[L.77]
Play & Rewind
Girando intorno alla ruota, come in un loop infinito
Play & Rewind
Pensando a un’altra via di fuga, l’anima [affonda?] e torna indietro
Play & Rewind
Stima, benzodiazepine, credi più in te stesso, metanfetamine
Play & Rewind
Fatti il segno della croce, la tua anestesia
Sette Padre Nostro, sette Ave Maria


Ascolta su: