Antonio Maggio e Gessica Notaro cantano a Sanremo “La faccia e il cuore” brano contro la violenza sulle donne: audio, video e testo

0

Antonio Maggio e Gessica Notaro hanno duettato a Sanremo 2020 sulle note della toccante ed emozionante La faccia e il Cuore, coinvolgente canzone contro la violenza sulle donne, disponibile ovunque, anche on air, dal 5 febbraio via Tetoyoshi Music Italia.

Il testo, l’audio e il video del significativo brano, scritto e composto da Maggio ed Ermal Meta, che invita l’ascoltatore a riflettere su questa delicata e purtroppo attuale tematica, a “tenere le mani in tasca” e a tirarle fuori solo per una carezza.

Nella prima serata della kermesse, si è avuto il piacere di ascoltare questa meravigliosa canzone che, a quanto sembra, sarebbe stata presentata per concorrere al Festival tra i Big, per poi essere scartata. Fortunatamente, in qualche modo la coppia è riuscita a portarla sul palco del Teatro Ariston.

Se Antonio Maggio non ha di certo bisogno di presentazioni, essendo piuttosto noto nel campo della musica, grazie soprattutto al trionfo nel 2013 tra le Nuove Proposte con il brano Mi Servirebbe Sapere, la riminese Gessica, eletta Miss Romagna nel 2007 e partecipante a programmi televisivi come “Quelli che…” e “Ciao Darwin”, è sicuramente meno conosciuta ai più, se non per fatti di cronaca, che l’hanno purtroppo vista vittima di violenza dall’ex compagno Edson Tavares. Quell’episodio ha sicuramente segnato la sua vita: l’ex fidanzato di origini capoverdiane, le gettò infatti dell’acido in viso ed è stato condannato a 15 anni di carcere, pochi direi, vista la gravità del gesto compiuto. Oltre ad avere il viso sfregiato, la Notaro, divenuta ormai simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, ha purtroppo anche perso la vista dall’occhio sinistro, confidando recentemente la volontà dell’effettuare un trapianto di cornea per tornare a vedere.

copertina canzone La faccia e il cuore

Il testo di La faccia e il cuore

downloadDownload su: AmazoniTunes

[A. Maggio]
Ora guardati allo specchio
e dopo dimmi cosa vedi
tanto silenzio in un pugno di stelle
ma c’è una donna ancora in piedi
sei ancora in tempo a decidere che
non conta niente all’infuori di te
e che i baci non mordono
gli abbracci non rompono

[G. Notaro]
E adesso guardami invece tu
e dimmi se mi riconosci
lo so che sono un po’ cambiata
ma se ti impegni un po’ ci riesci
potevi sciogliermi i dubbi che avevo
o i miei capelli a sentirmi più bella
però mi hai sciolto il sorriso ma io
ho quello di riserva

[Insieme]
Tieni le mani in tasca
tieni le mani in tasca
che se le tiri fuori
non fai la differenza
tieni le mani in tasca
tieni le mani in tasca
e se le tiri fuori
è per una carezza
solo una carezza.

[G. Notaro]
Si muore pure restando in vita
quando si resta indifferenti
sembrano cose da telegiornale
finchè non saltano pure i denti

[Insieme]
i segni restano distintivi
che per la vita mi porto dentro

Donna coraggio donna vera
donna che non devi stare zitta
non dare troppa confidenza al dolore
perché altrimenti se ne approfitta
finchè c’è fiato per dire basta
c’è ancora un fiore dopo una tempesta
ma tu non devi scegliere
tra la faccia e il cuore

Tieni le mani in tasca
tieni le mani in tasca
che se le tiri fuori
non fai la differenza
tieni le mani in tasca
tieni le mani in tasca
e se le tiri fuori
è per una carezza

E ho imparato che i baci non mordono
che gli abbracci più forti guariscono
che la vita è uno spazio da conquistare
finchè te ne rimane
e ho imparato persino ad amare
anche se non è stato facile
devi salvare la faccia e il cuore

[G. Notaro]
la faccia e il cuore

[Insieme]
Tieni le mani in tasca
tieni le mani in tasca
che se le tiri fuori
non fai la differenza
tieni le mani in tasca
tieni le mani in tasca
e se le tiri fuori
è per una carezza
è solo una carezza

tieni le mani in tasca
solo una carezza
tieni le mani in tasca


Ascolta su: