Izi feat. Moses Sangare – Scusa: video ufficiale + testo

0

Scusa di Izi feat. Moses Sangare, è il singolo portante della colonna sonora di Zeta, pubblicata il 22 aprile, mentre l’atteso film diretto da Cosimo Alemà, sarà proiettato nei cinema italiani dal 28 aprile 2016. In rotazione radiofonica nazionale dal 15 aprile, il brano è anche il primo singolo estratto dal nuovo album del rapper Izi intitolato Fenice, che vedrà la luce il prossimo 13 maggio.

La canzone è stata prodotta da Shablo insieme a Zef, mentre il video ufficiale non poteva che essere diretto dal regista della pellicola, che come mestiere fa appunto il regista di video musicali.

Oltre ai due rapper, nel filmato non potevano non esserci spezzoni del film, nel quale sono stati coinvolti tra i maggiori esponenti del rap italiano. Nel finale della clip, a sorpresa vediamo Lorenzo Fragola cantare l’ultimissima parte del ritornello.

Niente male sia il pezzo che il filmato, che è possibile vedere su Youtube cliccando sull’immagine in basso.

scusa-videoclip-izi

 

Scusa testo – Izi ft. Moses Sangare(Digital Download)

(Scusa)

Come ho fatto a lasciarti andare
Fa male, fa male
Che stupido starci a pensare
Fa male, se fa
Ho come la sensazione di aver perso un treno
Stavolta ho cannato in pieno
Lasciarsi senza nemmeno quelle due frasi stupide
Tu che più di me odi ogni abitudine
Pazzi come siamo preferiamo il veleno
E in ogni rapporto ogni gesto estremo
Due uniche anime in solitudine
Non ci sono parole e nessun giudice
Scusa certe cose non son bravo a dirle
Ho fatto un casino e non so come uscirne
E’ difficile parlarne a soffrirne
Tu vivi di emozioni e scintille
E sai come scolpirle, assimilarle, capirle, assaporarle, trasformarle in meraviglie
Ora mi manchi, ho una visione in bianco e nero, non lasciarmi andare via per davvero

[Moses Sangare]
Scusa se non riesco mai a cambiare
E non ho soldi per portarti al mare
Scusa se non sono quello che, che volevi te
Ma non so lasciarti andare
Scusa se la mia vita è scritta male
E sbaglio sempre sul finale
Ancora scusa, scusa, scusa
Forse è troppo tardi ma ti chiedo scusa

Non mi fanno davvero paura
Le porto sulle spalle e me ne vanto come un’armatura
Si sgonfiano quando ne parlo con te
Quando siamo io e te nulla più non esisti che tu
Sei parte costante del mio presente
In ogni istante connesso e so che mi senti
Sai come rendere tutto più semplice
Oh oh
Scuse che ho visto nel mio futuro
E ci stavi così bene che ho già dipinto giornate, diari
Pagine piene di storie che forse abbiamo vissuto in altre ere
Tra le pieghe del tempo senza sapere
Se non sei pronto a metterti in gioco non provarci
Ho dovuto perderti per arrivarci
Un ego ferito fa passi falsi
Ed io ne ho fatti così tanti
scusa

[Moses Sangare]
Scusa se non riesco mai a cambiare
E non ho soldi per portarti al mare
Scusa, se non sono quello che, che volevi te
Ma non so lasciarti andare
Scusa, se la mia vita è scritta male
E sbaglio sempre sul finale
E ancora scusa, scusa, scusa
Forse è troppo tardi ma ti chiedo scusa

Forse è troppo tardi, forse è troppo tardi
(scusa)
Forse è troppo tardi, forse è troppo tardi
Forse è troppo tardi ma ti chiedo scusa