Emma Muscat duetta con Astol “Sangria”: ascolta e leggi il testo della canzone

1

La ventenne cantautrice e pianista maltese Emma Muscat e il casertano Pasquale Giannetti, alias Astol, duettano sulle note della travolgente e romantica Sangria, singolo rilasciato il 3 luglio 2020 su Warner Music.

Leggi il testo e ascolta la nuova coinvolgente canzone, scritta dai due interpreti con la collaborazione di Fabio Pizzoli, Jacopo Ettorre e Vincenzo Colella, mentre la produzione è opera di Itaca. I due cantanti si conobbero lo scorso anno, per poi legare maggiormente qualche mese più tardi in occasione di un concerto al quale partecipavamo entrambi. Si proposero quindi di collaborare insieme e quel momento è finalmente arrivato!

Si tratta di un gradevole brano caratterizzato da una miscela di reggaeton e ritmo latino, nel quale la bella voce della cantante si interseca armonicamente con quella del rapper e cantautore campano, idolo delle teenager.

Per quel che concerne il significato, in questa release, nella quale il colore della “sangria” riflette quello del tramonto, si parla di una love story, di una passione estiva tra un ragazzo e una ragazza, che hanno tanta voglia di divertirsi e ballare insieme tutta la notte.

copertina canzone sangria

Emma Muscat, Astol – Sangria Testo

downloadDownload su: AmazoniTunes

Quanto manca?
non ci vediamo da un po’, il tempo non passa
ma per raggiungerti ora mi sa che sbaglio via
tanto so che ogni strada fino all’alba
mi porta dritta alle tue labbra
quindi tu aspetta

So che mi fai male
sei un chiodo che sta al cuore
ma ho voglia di passare questa notte insieme a te
che questo monolocale diventa un lungo mare
togliamoci le scarpe e poi facciamo ciò che vuoi

[Ritornello]
E adesso balla un po’ con me
la musica ci porterà con se
la tua mano nella mia
ma come per magia
mi baci e poi va via
col sole che tramonta in un bicchiere di sangria

[Astol]
Io sono il segreto di un bacio a cui pensi mentre ti addormenti con lui
sono il senso di colpa di un brivido che dolcemente sale
sono galante e quindi te lo chiedo
vuoi venire a ballare con un bandolero?
io già sento il caldo, regge poco la scusa dell’alcol
io non sono un santo e non mi faccio pregare
se chiami il tuo viso d’angelo io sono le ali
e una rosa nel letto, un amante perfetto
il nome che non scordi più
Astol whoo

[Ritornello]
E adesso balla un po’ con me
la musica ci porterà con se
la tua mano nella mia
ma come per magia
mi baci e poi va via
col sole che tramonta in un bicchiere di sangria

Naina-na-na-na-na
Naina-na-na-na-na
Naina-na-na-na-na
Naina-na-na-na-a

[Astol, Emma M.]
Balliamo insieme fino a mattina
solo con te io riesco a sentirmi più viva
più scendi giù e più la testa mi gira, baby
guardando il tramonto insieme, bevendo sangria, uououoh

[Ritornello: insieme]
E adesso balla un po’ con me
la musica ci porterà con se
la tua mano nella mia
ma come per magia
mi baci e poi va via
col sole che tramonta in un bicchiere di sangria
Naina-na-na-na-na
Naina-na-na-na-na (oh-oh-oh)
Naina-na-na-na-na (eh-eh)
Col sole che tramonta in un bicchiere di sangria


Ascolta su: