Emanuele Aloia – Girasoli: audio, video e testo della nuova “artistica” canzone

1

Rilasciato il 28 ottobre 2019 via VMDM, Girasoli è un bellissimo singolo dell’emergente e talentuoso cantautore Emanuele Aloia, scritto e composto dall’interprete.

Il testo, l’audio e il video ufficiale che accompagna questa romantica poesia, un interessante filmato diretto da Marco Mannini, con la bellissima Saule Vicario, Davide Benetti e Lorenzo Valle.

In questo artistico e gradevolissimo brano, Emanuele paragona le parti del corpo della donna amata, con la quale purtroppo non sta più insieme, a opere d’arte come Fiori di Monet e i Girasoli di Van Gogh, ma non mancano citazioni a Salvador Dalì (E ti guarderò come se fossi un dipinto di Salvador Dalì) ed a René Magritte (Un altro lunedì, vorrei fossi qui Come i due amanti di René Magritte). Infine anche Stonehenge, neolitico che si trova vicino ad Amesbury nello Wiltshire, sul quale è sempre aleggiato il mistero (Il tuo profumo è il mistero di Stonehenge). Che dire… Questa canzone è “un’opera d’arte”! Complimenti vivissimi al giovane artista.

copertina canzone girasoli

Emanuele Aloia Girasoli testo

downloadDownload su: AmazoniTunes

Nei tuoi occhi ho visto i girasoli di Van Gogh
E ti ho sentita più vicina per un attimo
Ho dato tutto ciò che avevo fino a perderlo
Il nostro amore come arte in ogni secolo.

Passano i giorni e sogno un colore per ogni stagione
Questa tristezza è solo l’essenza
Di arte incompiuta che chiamano amore
Riflesso di luce come un girasole
Eco di vita, parole lontane
Vedo lontano mille sfumature
Che rendono l’attimo quasi immortale.

Nei tuoi occhi ho visto i girasoli di Van Gogh
E ti ho sentita più vicina per un attimo
Ho dato tutto ciò che avevo fino a perderlo
Il nostro amore come arte in ogni secolo
E le tue labbra come fiori di Monet
Il tuo profumo è il mistero di Stonehenge

Ho mille quadri che ho appesi sul muro
Solo con te ci vedevo un futuro
Prima anche il cielo sembrava più etereo
Ora è coperto come fosse fumo
Soffia la polvere sopra il tuo cuore
Giurami che ti vedrò ritornare
Come un dipinto che ha perso colore
Promettimi che tornerò a disegnare.

E ti guarderò come se fossi
Un dipinto di Salvador Dalì
Un altro lunedì, vorrei fossi qui
Come i due amanti di René Magritte.

Nei tuoi occhi ho visto i girasoli di Van Gogh
E ti ho sentita più vicina per un attimo
Ho dato tutto ciò che avevo fino a perderlo
Il nostro amore come arte in ogni secolo
E le tue labbra come fiori di Monet
Il tuo profumo è il mistero di Stonehenge

Tu che hai visto dentro me mille musei
Io che vedevo solo vuoti corridoi


Ascolta su: