Ernia: Di Notte è il nuovo singolo con Sfera Ebbasta & Carl Brave

0

Da venerdì 21 maggio 2021 è negli scaffali dei negozi Gemelli (ascendente Milano), versione deluxe dell’album di Ernia, che propone cinque novità, una delle quali è Di Notte, nuovo singolo del rapper, impreziosito dalle voci di Carl Brave e Sfera Ebbasta. Il testo e l’audio.

L’ultima fatica discografica del milanese Matteo Professione, meglio conosciuto come Ernia, si è rivelato come uno degli album più fortunati del 2020, certificato ben due volte Platino. C’erano poi fortunatissimi singoli come Superclassico, che di dischi di platino ne ha conquistato ben 5, Ferma a guardare (platino) e Puro Sinaloa (Oro). Visto il grande successo di questo lavoro, a distanza di quasi un anno dalla release, è arrivata l’edizione deluxe “ascendente Milano”, che oltre al contagioso brano in oggetto, racchiude anche Lewandowski VII, Dissing (feat. 2Rari), Scegliere Bene e La Prima Volta. Il disco è disponibile nel formato CD e Vinile (2LP autografato).

E visti gli ospiti che propone, non poteva che essere Di Notte il nuovo singolo dell’artista classe 1993, ma al di la dell’altisonante featuring con questi due artisti, la canzone a parer mio non tradisce le aspettative e potrebbe dare ulteriori soddisfazioni a Matteo, che viene da un 2020 a dir poco fiabesco.

Sulla canzone, prodotta da Charlie Charles & Junior K, Ernia ha spiegato i retroscena, perché inizialmente si trattava di uno scarto di “Famoso”, ultima fortunata fatica discografica di Sfera Ebbasta, Dopo l’uscita di Gemelli, Junior K gli propose questo pezzo, ma era ancora in fase embrionale, molto povero e con una sola strofa di Sfera, ora divenuta ritornello. In seguito è arrivata anche la collaborazione con l’artista romano, che ha messo su una strofa pazzesca!

copertina album Gemelli ascendente Milano

Di Notte testo Ernia, Carl Brave & Sfera Ebbasta

Download su: Amazon – Ascolta su Apple Music

[Ritornello: Sfera E.]
Io cammino da solo per le strade di notte (di notte)
Ed è pericoloso tra ladri e migno**e (e migno**e)
Niente mi fa paura, le mie scarpe son nuove (son nuove)
E dopo un’altra notte (E dopo un’altra notte) sorgerà un altro Sole (sorgerà un altro Sole)
E se vuoi ti do un passaggio anche se non posso giurarti che arriviamo alle tre
Anche tu lo sai quanto fa schifo il navigatore di Google Maps
E io potrei pure andare a duecento all’ora sopra questa nuova coupé
Ma vado solo a cinquanta perché voglio passare un po’ più di tempo con te, con te

[Ernia]
Vengo da dove o te le cerchi o, fra’, ti trovano loro
Sai, sfuggirci e poi riuscirci è tipo un doppio lavoro
Sapere di avere un dono rende la cosa più dura
A volte serve coraggio, perfino ad aver paura
Nel mondo delle apparenze spariscono anche i parenti
Io ho tagliato il cordone con i denti
Se leggi il titolo, salti l’articolo e quindi alle conclusioni
Come puoi aspettarti vengano dei giorni migliori?
E se cambio in ogni pezzo, è per un quadro più netto
Chi è che fa foto sempre allo stesso soggetto?
E se pensi ci sia un fine diverso, non mi confondere
I soldi sono un mezzo per non farlo corrompere

[Ritornello: S. Ebbasta]
Io cammino da solo per le strade di notte (di notte)
Ed è pericoloso tra ladri e migno**e (e migno**e)
Niente mi fa paura, le mie scarpe son nuove (son nuove)
E dopo un’altra notte (E dopo un’altra notte) sorgerà un altro Sole (sorgerà un altro Sole)
E se vuoi ti do un passaggio anche se non posso giurarti che arriviamo alle tre
Anche tu lo sai quanto fa schifo il navigatore di Google Maps
E io potrei pure andare a duecento all’ora sopra questa nuova coupé
Ma vado solo a cinquanta perché voglio passare un po’ più di tempo con te, con te

[Carl Brave]
Cammino solo tra ladri e migno**e, l’iPhone in tasca che dorme
I velox fanno flash come fossero photoreporter
Le auto che si fermano al semaforo
In fermata una pu**ana finge di aspettare l’autobus
Le guardie… che fanno il giro di controllo
Mi stanno dietro e mi fanno venire il torcicollo
Mi fermano, dice che è il protocollo
Non mi hanno mai lasciato un bel ricordo (Uh)
Stanotte illuminata, il cielo è tutto bianco
Ho messo Google Maps, dice: “Sto arrivando”
Tu lasciati le AirPods e leva tutto quanto (Via)
E caccia un cavatappi che ne ho prese quattro (Yeah)
Una l’ho aperta per il viaggio, l’ho scolata
Sotto quel sottopassaggio, che c’è scritto “Dio ti ama” (Non ti ama)
Noi siamo come breccioline sulla strada
Tappiamo i buchi di ‘sta storia rovinata

[Ritornello]
Io cammino da solo per le strade di notte (di notte)
Ed è pericoloso tra ladri e migno**e (e migno**e)
Niente mi fa paura, le mie scarpe son nuove (son nuove)
E dopo un’altra notte (E dopo un’altra notte) sorgerà un altro Sole (sorgerà un altro Sole)
E se vuoi ti do un passaggio anche se non posso giurarti che arriviamo alle tre
Anche tu lo sai quanto fa schifo il navigatore di Google Maps
E io potrei pure andare a duecento all’ora sopra questa nuova coupé
Ma vado solo a cinquanta perché voglio passare un po’ più di tempo con te, con te

[Ernia]
In piazza si vendeva il fumo, ma io, fra’, non vendo fumo
Negli occhi, se riesci in qualcosa perdi qualcuno
E c’è sempre una nota triste pure se ho spiccato il volo
“Non era come immaginavo”, disse l’usignolo

Ascolta su: