Blur – Go Out: testo, traduzione e lyric video

0

 

Go Out è il titolo del nuovo singolo dei Blur, pubblicato ed in rotazione radiofonica in Italia dal 19 febbraio 2015.

La rock band londinese formata da Damon Albarn, Alex James, Dave Rowntree e Graham Coxon, è pronta a rilasciare l’ottavo album in studio intitolato The Magic Whip, un’opera registrata a Hong Kong nel 2013, che dovrebbe essere pubblicata il prossimo 27 aprile. Sarà il primo disco con il chitarrista Graham Coxon.

L’opera arriva a quasi dodici anni di distanza dall’ultima fatica discografica Think Tank uscita il 5 maggio 2003, e propone dodici tracce inedite, nello specifico Lonesome Street, New World Towers, Ice Cream Man, Thought I Was a Spaceman, I Broadcast, My Terracotta Heart, There Are Too Many of Us, Ghost Ship, Pyongyang, Ong Ong, Mirrorball ed il brano in questione.

Contestualmente all’annuncio della tracklist e della cover, avvenuto durante una conferenza stampa del gruppo a Chinatown, è stato pubblicato il singolo Go Out, un pezzo dal sapore distorto che fa tornare indietro l’ascoltatore di quasi vent’anni, tra tocchi elegantissimi di melodia pura ed apprezzabili assaggi sperimentali.

La canzone è decisamente radio friendly, ed è accompagnata dal lyric video diretto da Tony Hung ed editato da Matt Cronin, disponibile dal 19 febbraio nel canale Youtube della band.

Per vederlo cliccate sull’immagine sottostante, dopo la quale potete leggere il testo tradotto in italiano e le parole in inglese.

go-out-lyric-video-blur

Go Out traduzione – Blur (Digital Download)

[Intro]
Uh, uh uh, uh uh uh uh uh,
Uh uh uh uh uh uh uh uh

[Verso 1]
Sto diventando triste, a ballare da solo
Avido obiettivo da persona ambiziosa, il lusso del furto
Sono squallido del tutto, ballando con me stesso
Mi trovo nel mio letto, lo faccio da solo

[Ritornello]
Al locale, al lo-o-o, io esco
Per il locale, da solo
Per il locale

[Verso 2]
L’ho fatto per la mia testa, non c’è nulla da affrontare adesso
Non c’è niente di alzarsi su, perché noi lo facciamo sempre
Il pastore è disfatto, ha fatto tutto di nuovo
Mi preparo ad andare, con l’avidità da persona ambiziosa

[Ritornello 2]
Si va locale oohh
Si va al locale oohh
Si va al locale oohh
Si va al lo-ca-le oohh
Si va al lo-ca-le oohh

[Verso 3]
Per molti uomini occidentali, si tratta di un problema irrisolto
Il segno Imperioso, le carte del lusso
Un’avida persona ambiziosa nel salottino, che ha gestito da sola
Lei si prepara ad andare, lei lo fa con se stessa

Lo fa con se stessa
Lo fa con se stessa
Lo fa da sola
Lo fa da sola

Uh, uh uh, uh uh uh uh uh
uh uh uh uh uh uh uh uh

Testo Go Out (alcune parti del testo potrebbero essere sbagliate)

[Intro]
Uh, uh uh, uh uh uh uh uh,
Uh uh uh uh uh uh uh uh

[Verse 1]
I’m gettin’ sad alone, dancing with myself
Greedy go-getter goal, the luxury of stealth
I’m seedy and the whole, dancing with myself
I get into my bed, I do it to myself

[Chorus]
To the local, to the lo-o-o, I go out
To the local, by myself
To the local

[Verse 2]
I did it to my head, there’s nothing to be addressed now
There’s nothing to get up about, cause we do it all the time
The shepherd is undone, she done it all again
I get ready to go, the greed go-getter con

[Chorus 2]
He going to the local oohh
He going to the local oohh
He going to the lo-o-cal oohh
He going to the lo-o-cal oohh

[Verse 3]
To many western men, it’s a problem left undone
Imperious the sign, the papers of luxury
A greedy go-getter in the skybox, she run alone
She get ready to go, she does it with herself

She does it with herself
She does it with herself
She does it on her own
She does it on her own

Uh, uh uh, uh uh uh uh uh
uh uh uh uh uh uh uh uh