Achille Lauro & Marracash – Ora Lo So: video ufficiale + testo

0

Ora Lo So ft. Marracash è il nuovo singolo estratto da Dio C’è, ultima fatica discografica del giovane rapper romano Achille Lauro, disponibile nei negozi dal 26 maggio 2015 per Believe/Roccia Music.

Dallo scorso 22 ottobre, è disponibile il video ufficiale che accompagna questa canzone prodotta da Banf & Boss Doms, la traccia numero cinque del disco di questo sempre più amato artista, impreziosita dalla collaborazione del più celebre collega Fabio Bartolo Rizzo, aka Marracash.

Il cupo filmato del brano Ora Lo So, è stato diretto da Trash Secco e nelle immagini, oltre ai due rapper, vi sono gli attori Valeria Nardilli e Dioniso Vuckovic.

Per gustarvi questo videoclip cliccate sull’immagine in basso, dopo la quale trovate le parole che compongono questo pezzo.

ora-lo-so-videoclip-achille-lauro-marracash

Ora Lo So testo – Achille Lauro feat. Marracash (Digital Download)

[Verso 1: Achille Lauro]
L’ho capito prima
la vita è un gioco in cui non riderai
no
vince chi fa prima
sacrificare ciò che sei, per chi diventerai
ah
è un gioco che fa ride
solo quando non tocca a noi
no lo sai che paradossalmente rido
perché il paradosso è non pensare al poi
il dolore quanto dura è temporaneo
un giorno, un anno, un’ora, boh
tanto poi ci scordiamo
e ritorniamo come sempre i soli
come sempre, come fuori dalla stanza il mondo
dentro quella stanza soli e in testa il finimondo
con le serrande basse è diventato giorno
e tu ad andare a letto sei l’ultimo stron*o
c’è stata una guerra che ha cambiato me
ed è quella che non racconterò
no
dissi perché quelle cose che hai te, quelle poche di te
non le hai protette no
no
fancu*o chi ti dice “non ce la farai”
fancu*o questa vita
anche se non importa in fondo quanto forte sei
lei colpirà prima.

[Gancio: Achille L.]
Lo so, lo so, lo so
Lo so, lo so, lo so
Lo so, lo so, lo so
Lo so, lo so, lo so
(Na Na Ni Eh)
Già, lo so
come finirà lo so
fanc*lo dire “sì”, per poi
chiedersi “per chi?”, “non noi”.

[Verso 2: Marracash]
L’ho capito prima
da schiavi e serve non nascono re
(mai)
crescerà l’invidia (invidia)
tutti credono di meritarlo più di te
(ah)
ho preso un’auto nuova (chic)
per andare negli stessi bar
una casa nuova, in una nuova zona (chic)
un po’ più lontano dalla verità
e mi hanno detto che se un uomo vuol creare
deve buttarsi da un palazzo (no)
e non semplicemente scendere le scale
e sotto già si chiedono se salterò
e siamo bloccati dai sentimenti
come due pesi a caviglia
schiacciati uno contro l’altro
scorpioni in una bottiglia
e l’incendio che si consuma
e divora in pochi minuti
noi che scoppiamo e cadiamo come alberi abbattuti.

[Ritornello]
Lo so, lo so, lo so
Lo so, lo so, lo so
Lo so, lo so, lo so
Lo so, lo so, lo so
(Na Na Ni Neh)
Già, lo so
come finirà lo so
fanc*lo dire “sì”, per poi
chiedersi “per chi?”, “non noi”.

[Conclusione: Achille L.]
Il tempo afferra il polso e dice “andiamo dai”
a volte non c’è neanche il tempo
non è soltanto una canzone
ma lezioni da imparare svelto
tu fai del tuo meglio e non per credermi
ma solo per credere a questo:
intensi tatuaggi sopra carni deboli
noi cresciamo in fretta ma moriamo presto
Lo so, lo so, lo so
(Na Na Ni Neh)
io voglio più di questo qua
non mi ha insegnato questo ma
non siamo uguali a questi
le vite su sti testi
è tutto quello che lascio in eredità
la vita è solo questa qua
e mi sembra una vita fa
e bruci tutto quanto, incendio
a chiedersi per chi si è fatto questo inferno.