Vegas Jones – Follia del mattino: audio e testo del primo singolo estratto dal nuovo album

0

Follia del Mattino è la quinta traccia ma anche il primo singolo estratto dall’album La Bella Musica, il secondo in studio, fuori ovunque da venerdì 8 agosto 2019 via Sony Music/RCA, giorno dal quale il brano in oggetto è anche on air.

Il testo e l’audio di questa canzone facente parte dell’atteso disco – formato da tracce caratterizzate da tematiche che da sempre hanno contraddistinto il rapper, vale a dire predominio della sfera sociale, il riscatto, il rapporto con i fan e la voglia di emergere – del quale i fan del rapper milanese non hanno potuto ascoltare alcun anticipo, se non il singolo uscito la scorsa estate. Il brano è stato prodotto da Boston George & Joe Vain (storici produttori di Vegas, che non a caso hanno prodotto gran parte delle tracks) e Merk & Kremont, ormai affermatissimo duo milanese formato da Federico Mercuri e Giordano Cremona.

“Follia del Mattino” ha un beat che si muove tra il caraibico e la disperazione dei palazzi nel cemento. Un’esplorazione di nuove sonorità vocali e il racconto esperienziale in prima persona dell’artista, dell’ambiente in cui vive, di quello che il suo corpo assume a livello sensoriale.

copertina album la bella musica

Vegas Jones – Follia del mattino testo

downloadDownload su: AmazoniTunes

(Ah, dammi un secondo, voglio stare solo
mi sto abituando a essere una persona nuova
dammi solo un attimo, non mi sembra vero
chiudo gli occhi, esprimo un desiderio)
non potevo chiedere di meglio
premo sul pedale sto cambiando corsia
il mio modo di fare mi guida alla follia
è il segnale che la scelta qui è solo mia
non potevo chiedere di meglio, no.

Eeny, meeny, miny, moe
l’Iphone squilla sul comò
io che sono ancora in coma
chissà cosa troverò
sblocco con il dito medio perché non mi va
sposto le meduse sulle mie coperte sono up.

Me llaman color risalta l’oro che luccica
E’ semplice addosso non vedi nient’altro che musica
non vedi nient’altro che musica
non sono nient’altro che musica
mi sento così lontano dalla moda
mi sento appena al massimo della forza
io faccio bene finché non mi ritorna
e sono alla finestra, aspetto che risalga su il giorno
mi gira la testa e sono sempre stato sul bordo
io non cerco il comfort, è lui che cerca me
io non lo voglio, sai questo è dolore mi serve.

Dammi un secondo, voglio stare solo
mi sto abituando a essere una persona nuova
dammi solo un attimo, non mi sembra vero
chiudo gli occhi, esprimo un desiderio
non potevo chiedere di meglio
premo sul pedale sto cambiando corsia
il mio modo di fare mi guida alla follia
è il segnale che la scelta qui è solo mia
non potevo chiedere di meglio, no.

Prima urlavo solo con me stesso
ora la mia voce è in quello stereo
per questo prima di suonare prego
vado dritto anche se sto impazzendo
fare soldi non mi fa felice ma più fiero
i miei amici sono amici miei, non del mio network
la mia squadra ha inventato il suono del millennio
è tutto vero, non potevo chiedere di meglio
lotto e lotto, arrivo al punto in cui i drammi mi servono
l’anima sta dove la mente frena, io metto il soul
lei mi sta a fianco da quando Vegas non c’era, mo
offro la cena sia a lei, sia mamma, sia ai bro’.

Dammi un secondo, voglio stare solo
mi sto abituando a essere una persona nuova
dammi solo un attimo, non mi sembra vero
chiudo gli occhi, esprimo un desiderio
non potevo chiedere di meglio
premo sul pedale, sto cambiando corsia
il mio modo di fare mi guida alla follia
è il segnale che la scelta qui è solo mia
non potevo chiedere di meglio, yah.


Ascolta su: