Valerio Mazzei – 12 luglio: audio e testo della terza canzone dedicata alla mamma scomparsa

0

12 luglio testo Valerio Mazzei

Testo 12 luglio di Valerio Mazzei

downloadDownload su: AmazoniTunes

[Strofa 1]
Gli amici veri stan sul palmo di una mano
ed a riempirla io sono ancora lontano, lo sai
io non sorrido, stringo i denti
non parlo mai di sentimenti
e se mi chiedi “cosa senti” mento sempre ormai
ho i sogni in tasca e il cuore in pugno
sei la luce in questo buio
è vero odio il 10 maggio ma amo il 12 di luglio
mmmh, mmmh

[Pre-Ritornello]
Chissà se mamma mi osserva anche da lassù
l’unica donna che amo sarai sempre tu
la guardavamo assieme ora sono in TV
gli occhi li ho presi da te
ma non ti vedo più

[Ritornello]
Preferisco davvero chi sono, non quello che c’è online
a quante persone importa la vera risposta a un “come stai?”
ma se vorrai capirmi ti porto con me dentro i miei guai
tu ci verrai, tu ci verrai

[Strofa 2]
Gli amici falsi non ti danno mai una mano
ed è per questo che li ho tenuti lontano, lo sai
sorrido a testa alta come
a mezzogiorno un girasole
sai vorrei poterti dare molto più di una canzone
mmmh, mmmh

[Pre-Ritornello]
Chissà se mamma mi osserva anche da lassù
l’unica donna che amo sarai sempre tu
la guardavamo assieme ora sono in TV
gli occhi li ho presi da te
ma non ti vedo più

[Ritornello]
Preferisco davvero chi sono, non quello che c’è online
a quante persone importa la vera risposta a un “come stai?”
ma se vorrai capirmi ti porto con me dentro i miei guai
tu ci verrai, tu ci verrai

[Ponte]
Mi manchi come mi mancan le parole
ma non ti preoccupare io me la caverò
spero tu stia guardando quello che sto facendo
quando ci rivedremo te lo racconterò

[Pre-Ritornello]
Chissà se mamma mi osserva anche da lassù
l’unica donna che amo sarai sempre tu
la guardavamo assieme ora sono in TV
gli occhi li ho presi da te
ma non ti vedo più

[Ritornello]
Preferisco davvero chi sono, non quello che c’è online
a quante persone importa la vera risposta a un “come stai?”
ma se vorrai capirmi ti porto con me dentro i miei guai
tu ci verrai, tu ci verrai

[Outro]
Chissà se mamma mi osserva anche da lassù
l’unica donna che amo sarai sempre tu
la guardavamo assieme ora sono in TV
gli occhi li ho presi da te ma non ti vedo più


Informazioni e significato di 12 luglio, canzone Valerio Mazzei uscita il 13 luglio 2020 e dedicata alla mamma che purtroppo è morta

Scritta con la collaborazione di Fabio Pizzoli e dal genovese Andrea De Filippi, meglio conosciuto come Alfa, la terza canzone solista in carriera dilla webstar Valerio Mazzei, è disponibile negli store digitali e nelle principali piattaforme streaming dal 13 luglio 2020 per Epic.

Dopo Tour bus (2019), il grande successo 24 ore e la collaborazione con Luna Melis in Mi Dispiace Tanto, lo youtuber romano classe 2000 torna con questa toccante canzone che, come da oggetto e da copertina, è dedicata alla madre che purtroppo non c’è più.

Come da lui stesso sostenuto, in questo intimo pezzo mostra un lato inedito di se, del quale questo ragazzo ha sempre preferito non parlare, nemmeno con quei pochissimi veri amici. Valerio ha preferito farlo con la musica, perché ritiene che a volte sia molto più semplice farlo in questo modo.

Si tratta di una canzone, che in alcuni passaggi mi ricorda musicalmente Try di P!nk, nella quale il giovane cantante parla di amici (veri e falsi) e soprattutto della madre: in particolar modo, leggendo la prima strofa, canta di odiare il 10 di maggio e di adorare il 12 luglio. Perché? Perché il 10 maggio la Festa della Mamma e il 12 luglio è invece il giorno del compleanno di quella persona che lo ha messo al mondo, che l’ha cresciuto e che purtroppo non può vedere cosa il figlio si riuscito a fare, ma come recita una riga del brano, un giorno glielo racconterà. Veramente toccante.

Audio di 12 luglio di Valerio Mazzei