Levante “Alfonso” testo e video ufficiale

0

 
levante

Claudia in arte Levante, ha 25 anni, è originaria di Caltagirone (Catania) e vive a Torino, ha sfornato questo nuovo singolo che si intitola Alfonso, un brano che sta spopolando sul web, che fa da apripista al debut album che vedrà la luce il 2 ottobre 2013 per l’etichetta INRI e che si intitola Manuale Distruzione.

Una canzone nata in un periodo malinconico della vita della cantautrice, che scaturisce da un’esperienza realmente vissuta: l’imbarazzo da ‘pesce fuor d’acqua’ di una ragazza che si ritrova casualmente ad una festa di compleanno di uno sconosciuto.

Ecco le sue parole riguardo questo pezzo:

Attraversavo un momento di cambiamento e mi sono davvero tagliata i miei capelli lunghissimi: non lo canto nella canzone e basta, l’ho fatto davvero! La sensazione era quella di stare a una festa in cui tutti si divertono e io mi sento fuori luogo e con una voglia matta di urlare al mondo ‘Che vita di merda‘!

Ascoltiamo la canzone tramite il videoclip diretto da Paolo Ranzani.

Video ufficiale

Il filmato è visionabile in apertura del post.


Testo

Mai, mai, mai mi perdonerei
Mai… ho tagliato i capelli da sola
Mai… mi sento una persona nuova
Ho messo le scarpe da sera
E sembrerò seria e sembrerò in vena
Shalalà che gioia mia dà
Stare in mezzo alla ressa
Si parla di festa
Tu ru ru, berrei volentieri un caffè
Mi pestano i piedi da un’ora
Ho le scarpe da sera ma non sono in vena
Corre l’anno 2013, in mano alcolici… e niente più
Che vita di merda
Ma che cosa c’entra il bon ton?
Ho riso per forza ho rischiato di dormirti addosso
Stronzo, tanti auguri ma non ti conosco
A, E, I ,O ,U, Y… se ora parte il trenino mi butto al binario
Guarda là, c’è uno in mutande e papillon
Dov’è il proprietario di casa
L’imbarazzo è palese ma sono cortese
Corre l’anno 2013, in mano alcolici… e niente più
Che vita di merda
Ma che cosa c’entra il bon ton?
Ho riso per forza ho rischiato di dormirti addosso
Alfonso, tanti auguri ma non ti conosco
Tanti auguri ma non ti conosco…
Che vita di merda
Ma che cosa c’entra il bon ton?
Ho riso per forza ho rischiato di dormirti addosso
Alfonso, tanti auguri ma non ti conosco.