Ketama126 – Jeans Strappati feat. Fabri Fibra: audio e testo della nuova canzone

0

Il testo e l’audio di Jeans Strappati feat. Fabri Fibra, seconda traccia dell’album Kety del rapper laziale Piero Baldini, in arte Ketama126, pubblicato il 18 ottobre 2019.

Scritta dagli interpreti e prodotta dallo stesso Ketama, questa è indubbiamente una delle più coinvolgenti tracce del progetto, anche perché impreziosita della voce del celebre ospite. Basta il titolo per intuire la tematica di questa canzone.

copertina album kety

Jeans Strappati testo Ketama126

downloadDownload su: AmazoniTunes

Eh, mhm
Oh

Vengo dal nulla, oh
In tasca avevo nulla, sognavo quei soldi
E che ci prendevamo Roma, oh
Pensavo di farli, ma solo in altri modi

Eh, ho dieci ragazze nel back
Ora non penso più a te (un k nel back)
Faccio salire solo il mio cachet (solo il mio cachet)
Pensi sta mer*a mi cambi
Ma è che sono sempre diverso da te (uo, ehi)
Non voglio stare al privè, perché mi annoio
Non sono nella condizione di fare le foto (brr)
Baby ricorda di me, il giorno che muoio (skrt, skrt, skrt)
Ah

E vorrei morire adesso, ah
Autopsia dopo il decesso, è droga
Io non sono più lo stesso, ah
Lei piange sotto un cipresso, e ricorda
Io ho scordato come fare si, all’amore
Ma son diventato bravo, si, a sco*are
Mi serve un’infermiera, no un dottore
E voglio morire in strada, non dentro un ospedale

[Fabri Fibra]
Tra, jeans strappati
Ragazzi sballati
In giro fino a tardi
Ricordi sfocati
Trap, jeans strappati
Occhi disperati
Mille sogni infranti
In giro è pieno di infami
In testa mille contatti
I soldi contati
Discorsi scontati
Ricordi sfocati
Tra, jeans strappati

[Fibra]
Ah
Entro di qua con la mia, strofa
Siamo a Milano tutti in, posa
Di gente vera ce n’è, poca
Parli male, lo fai, apposta
Andavo in cerca di una, donna
E invece ho trovato solo droga
Tutti che seguono la moda
Quanta paura fa la noia

[Fibra]
Vivo nella mia bolla
Fuori il mondo che crolla
Ancora una volta (ancora una volta)

E vorrei morire adesso, ah
Autopsia dopo il decesso, è droga
Io non sono più lo stesso, ah
Lei piange sotto un cipresso, e ricorda
Io ho scordato come fare si, l’amore
Ma son diventato bravo si, a sco*are
Mi serve un’infermiera, non un dottore
E voglio morire in strada, non dentro un ospedale

[F. Fibra]
Tra, jeans strappati
Ragazzi sballati
In giro fino a tardi
Ricordi sfocati


Ascolta su: