Grido – Qualcosa di buono feat. Il Cile: testo e audio del nuovo singolo

0

Qualcosa di buono è un singolo del rapper Luca Aleotti, in arte Grido, con la collaborazione di Lorenzo Cilembrini, aka Il Cile, che ad anni di distanza dalla fortunatissima collaborazione con il più noto fratello J-AX sulle note di Maria Salvador, torna a collaborare con un Aleotti, ma questa volta con l’ex anima dei Gemelli DiVersi, in questo significativo pezzo, disponibile da venerdì 25 ottobre 2019 come anticipo del nuovo album Diamanti e Fango, il terzo da solista, che vedrà la luce il successivo 15 novembre via Willy L’Orbo, a poco meno di due anni dall’ultima fatica discografica Segnali di fumo.

Il testo scritto dagli interpreti e l’audio di questa bella canzone prodotta da Kermit, che arriva a oltre tre mesi di distanza dal brano estivo “Ad un passo dal sole” che presumo, sarà anch’esso incluso nel nuovo progetto discografico.

copertina brano qualcosa di buono

Qualcosa di buono testo — Grido • Il Cile

downloadDownload su: AmazoniTunes

Ehi, yah, yah
Davanti a casa mia è arrivata la polizia
ed ho pensato “questa volta sono qui per me”
mi sono immaginato mentre mi portava via
è l’incubo di dover vivere senza di te.

Ho avuto davvero paura di perdere tutto
nel giro di pochi secondi
vale la pena rischiare, ma fino a che punto?
facciamo due conti
facciamo gli stron*i
per fare più soldi
per poi quello che vale di più sono i ricordi
e quelli non li compri
generazioni perse in queste giga byte
siamo felici in base al numero di like
esplodiamo e navighiamo come marinai
ma arriviamo fino a dove prende il wi-fi
si fa finta di niente
in queste strade violente
c’è sempre gente indifferente
padroni delle nostre scelte
ma andiamo contromano e siamo senza patente.

[Il Cile]
E questa vita controvento
non è fatta a misura di uomo
ma nel caldo di una lacrima
spendo ancora qualcosa di buono.

Siamo anime in tempesta
siamo attori in cerca di un ruolo
ma nei solchi dei nostri cuori
scorre ancora qualcosa di buono
siamo stanchi ed impauriti
quando si avvicina il suolo
ma ogni volta che ci rialziamo
stiamo facendo qualcosa di buono
stiamo facendo qualcosa di buono
qualcosa di buono.

Come quando mi guardi per farmi ridere
mi rendi immune al veleno di certe vipere
e a questo tempo che scava fino alle viscere
la gente cerca una frase da condividere
ma poi non sa decidere
e ci si perde nelle sabbie mobili
come si fa a capire di chi fidarsi? Sai, non è facile
qui dove le belve si fingono docili
come chi fa beneficenza per un ritorno di immagine
facciamo i conti con la delusione
sì perché qui il vero problema è cercare una soluzione
ed è come avessimo il cuore che fa confusione
perché si amano le cose e si usano le persone
e a quanto pare, abbiamo tante pare
disorientati nel nuovo disordine mondiale
la verità è che siamo in alto mare
con le ferite che bruciano per il sale.

Siamo anime in tempesta
siamo attori in cerca di un ruolo
ma nei solchi dei nostri cuori
scorre ancora qualcosa di buono
siamo stanchi ed impauriti
quando si avvicina il suolo
ma ogni volta che ci rialziamo
stiamo facendo qualcosa di buono
stiamo facendo qualcosa di buono
qualcosa di buono.

[Insieme]
E questa vita controvento
non è fatta a misura di uomo
ma nel caldo di una lacrima
spendo ancora qualcosa di buono.

Siamo anime in tempesta
siamo attori in cerca di un ruolo
ma nei solchi dei nostri cuori
scorre ancora qualcosa di buono
siamo stanchi ed impauriti
quando si avvicina il suolo
ma ogni volta che ci rialziamo
stiamo facendo qualcosa di buono
stiamo facendo qualcosa di buono
qualcosa di buono.


Ascolta su: