Ghemon – Vola Alto: testo e video ufficiale (nuovo singolo colonna sonora Serie A Beko – Lega Basket Italiana)

0

Vola Alto è il nuovo singolo del rapper Ghemon, inciso insieme alla sua band Le Forze del Bene, per fare da colonna sonora a tutte le partite della stagione di Serie A Beko della Lega Basket Italiana, che inizierà domenica 4 ottobre, per concludersi sabato 30 aprile 2016 (regular season).

La nuova canzone dell’avellinese Giovanni Luca Picariello meglio conosciuto come Ghemon. è caratterizzata da sofisticate melodie Soul e Funk, supportate da un trascinante riff di basso e batteria, il che testimonia e rappresenta la direzione musicale di quest’amato artista.

E’ quindi Ghemon, uno tra i più apprezzati e talentuosi artisti hip hop italiani, a lanciare il 94esimo campionato italiano di Serie A di basket, un pezzo che darà la carica ai giocatori ed ai tifosi prima di ogni match. Lui non è nuovo ad incidere brani legati ad una delle sue grandi passioni: la pallacanestro (egli ha un passato da cestista). Nella traccia Nessuno Vale Quanto Te estratta dall’ultima fatica discografica ORCHIdee, il rapper ha infatti messo in risalto il suo legame con il basket, ritraendo l’avventura in Nba di Marco Belinelli, dai primi durissimi anni, al titolo vinto con i San Antonio Spurs. Solo un mese prima, aveva inoltre partecipato insieme a MadBuddy, Kiave e Johnny Marsiglia, nel filmato di We love this game, una clip voluta dalla Nike e House of Hoops per l’evento dedicato alla pallacanestro “The Search for the Baddest”.

Il video ufficiale che accompagna Vola Alto, è stato diretto dal veterano Francesco “Stokka” Romito e potete vederlo cliccando sull’immagine sottostante, dopo la quale trovate il testo completo.

vola-alto-video-ghemon

Testo Vola Alto – Ghemon (Digital Download)

[Introduzione]
Oh Yeah
Signore e Signori, voi state per essere i testimoni.

[Verso 1]
Qui gira tutto come se fosse un video
Il vento spira forte sul viso
La tensione sibila, il suo fischio mi mantiene vivo
La tensione è alta come il Paradiso
Concentrato coi pensieri sotto zero, quasi congelati
Qui niente frasi, messaggi cifrati.
Gira il posto (o polso), chiamo lo schema, scivola ai lati
Scendo in campo in tuta con gli inserti acetati
Le vene pulsano, il mio sangue è caldo
Mi spuntano dal collo quando mi contraggo
Esplodo quando salto.
In attacco, la mia stella brilla è cristallo
Sei pazzo, se tieni per le briglie il cavallo
Conta il gioco non il nome
E’ come se la strada segnasse il suo nome
Nella competizione non conta la perfezione
Ma il tabellone, chi vince ha sempre ragione

[Ritornello]
Ho tutti… gli occhi… su di me
Qualcuno mi grida: “Non ti arrendere!”
Per questo io sfido il fuoco e brucio per quest’attimo.

[Verso 2]
Questo è il racconto delle nostre gesta
Bravi ragazzi con le mosse da gangsta
Guarda i miei leoni che diventano un’orchestra
La mia squadra è molesta, la tua squadra è modesta
E’ persa, superiorità manifesta
Siamo faraoni qui per l’oro e la festa
E poi dei paragoni a chi interessa
Tanto i nostri eroi o sono morti o hanno già perso la testa.
Gara moste
Attacco il ferro e quando sto sospeso in aria trovo tutte le risposte
E volo, sali a fare un giro sulle giostre
E scegliti la faccia da avere sopra al mio poster
E poi, e poi domani non ci troveranno
Li guardiamo dall’alto, ma che facce fanno
Tornate a mani vuote, speravate altro?
Beh, potete riprovarci dal prossimo anno.

[Ritornello]
Ho tutti… gli occhi… su di me
Qualcuno mi grida: “Non ti arrendere!”
Per questo io sfido il fuoco e brucio per quest’attimo.

[Ponte]
Un giorno porterà… solo buone nuove
Ed il cielo… vi dirà… chiaro come il sole
Che noi siamo, siamo la gente che farà storia
Nati con l’obbligo della vittoria
Faranno sempre fatica a capire
Ma non è roba che impari dai libri
I sacrifici, nemici respinti e un giorno vinci.

[Ritornello]
Ho tutti… gli occhi… su di me
Qualcuno mi grida: “Non ti arrendere!”
Per questo io sfido il fuoco e brucio per quest’attimo.