Davide Flauto – L’amore in formato convenienza: testo e audio del nuovo singolo

0


E’ in radio da martedì 26 aprile 2016 il nuovo bel singolo di Davide Flauto che si intitola L’amore in formato convenienza, un significativo pezzo che segna il ritorno del 28enne finalista della nona edizione di Amici. Mixato e masterizzato nei prestigiosi Massive Arts Studios di Milano, l’inedito è stato rilasciato nei negozi digitali lo scorso 9 aprile per la label indipendente ApM Progetto Musica.

E’ un gran ritorno quello di questo talentuoso ragazzo, in quanto la canzone è davvero carina. I complimenti non possono che essere doppi, se consideriamo che musica e testo, sono stati firmati dallo stesso Davide, mentre il chitarrista Stefano Rosa ha curato la stesura armonica.

Le parole del pezzo, narrano una storia che vede l’amore prima devastato e poi ucciso dalla convenienza e dall’interesse. Il tutto condito da un’interpretazione intensa, convincente e misurata, che testimonia la maturazione e convinzione di quest’artista.

Link Sponsorizzati

Cliccando sulla copertina in basso, previa iscrizione su Spotify, potete ascoltare l’audio integrale della canzone, mentre a seguire trovate il testo completo da noi trascritto.

Davide-Flauto-Lamore-in-formato-convenienza-cover

L’amore in formato convenienza testo – Davide Flauto (Digital Download)


Sopra il corriere
c’è un omicidio in centro a milano
bevo caffè
poi penso a noi
un po’ più a te.

Ne accendo un’altra
è già la terza
cade una goccia
nel mio caffè
sul mio gilet
ci pensi tu.

Avremo pietre
in finto oro
la casa nuova
sopra una tomba
solo per noi
ti piacerà.

Ti do’ una rosa
e i miei contanti
tu stringi bene
il culo e i denti
che servirà
ti accorgerai.

Tu lasciami fare
ora non tremare
che sarò breve
e non farà male
fiori da succhiare, ne troverai
tanto… tu hai talento
te la caverai.



Ma questo cervello
è più grande di te
ti lascio un po’ d’erba
ti aiuterà.

Ed è diverso
il nostro odore
a te va bene
ma non ti accorgi
amore mio
tu credi in Dio.

Te la do a bere
e bevi piano
questa illusione
sembra sia quasi… verità
ma sono io.

Mentre tu dormi
mi monto i sogni
e le parole
da dire a te
ti tengo qui
vicino a me.

S’è fatto tardi
è già mattina
c’era una stella
poi è tramontata
e non c’è più
sembrava noi.

Tu lasciami fare
ora non tremare
che sarò breve
e non farà male
fiori da succhiare, ne troverai
tanto… tu hai talento
te la caverai.

Ma questo cervello
è più grande di te
ti lascio un po’ d’erba
ti aiuterà.

Prendo la giacca
e la pistola
scrivo un biglietto
e intanto dormi
ti sveglierai?
Leggilo poi…