Negramaro – Contatto: ascolta il nuovo singolo (testo)

0


Contatto è il singolo che segna il ritorno dei Negramaro, che se si esclude Cosa c’è dall’altra parte (febbraio 2019), brano omaggio al chitarrista Lele Spedicato, colpito da un grave malore nel settembre 2018, e la collaborazione con gli OneRepublic sulle note di Better Days – Giorni migliori, versione italo-inglese del singolo della pop rock band statunitense, uscita il 29 maggio 2020, mancavano dalle scene da “Per uno come me”, quarto nonché ultimo singolo estratto dal settimo album in studio Amore che torni, pubblicato il 17 novembre 2017.

Per la gioia dei numerosissimi fan, la pop rock band è tornata con questa nuova e gradevole canzone, scritta dal frontman Giuliano Sangiorgi (il testo) e prodotta da Andrea Mariano. Il brano è disponibile ovunque da venerdì 9 ottobre 2020 per Sugarmusic, giorno dal quale viene anche trasmesso dalle emittenti radiofoniche nazionali.

Con le sue parole ma anche la sua voce, Sangiorgi torna finalmente a colpire dritto al centro dell’anima dell’ascoltatore con questo interessante pezzo, caratterizzato da una ritmica pulsante e atmosfere plananti piene dei sogni fatti per arrivare qui. La canzone è stata pubblicata come primo anticipo dell’album con lo stesso titolo, aprendo quindi un’ottava era discografica sulla quale al momento in cui scrivo, non si sa altro.

Link Sponsorizzati

Queste le parole del pluripremiato gruppo riguardo il singolo, condivise attraverso un post sui social network tre giorni prima della release: “Insieme, si fa meno fatica a restare in piedi. I nostri corpi in equilibrio, si sostengono a vicenda. Il contatto è una cosa che cerchiamo da sempre. Può sopperire all’assenza di parole…Può riempirsi di tutte le nostre vite e trasferirle da un sogno all’altro. “Salva contatto”… sì, fatto! Salviamo il contatto… sulla pelle!”.

contatto copertina brano negramaro


Contatto Negramaro Testo

downloadDownload su: Amazon – Ascolta su: Apple Music

[1a Strofa]
Ho cercato il contatto
Di parlare ero stanco
Ho voluto sentire sul corpo le cose che un giorno mi hai detto
Ho pensato fin troppo
Alla faccia che hai fatto
Quando ho detto: “l’amore per farsi ha bisogno di pelle e nient’altro”
Ho rischiato un infarto
Quando ieri ti ho visto
Mi aspettavo una grande emozione, sì, ma non fino a questo punto
Ho cercato il contatto
In un giorno di giugno
Ho trovato sudore, silenzio e l’estate soltanto in un sogno

[Ritornello 1]
Sì… la vita che volevo è tutta qui
Gli amici che sognavo proprio così
Fatti di carne ed ossa e di un bel film
Ho fatto molti sogni per arrivare qui, qui, qui, qui
Per arrivare qui, qui, qui, qui

[2a Strofa]
Ho cercato il contatto
Per sfiorarti ogni tanto
Per capire che in fondo nel mondo non sono così solo
Ho pensato: “lo faccio”
Ora esco e ti cerco
Che non trovo le facce da darti, le avevo qui dentro al cassetto

[Ritornello 2]
Sì… la vita che volevo è tutta qui
Gli amici che sognavo proprio così
Fatti di vino rosso e di un bel film
Ho fatto molti sogni per arrivare qui, qui, qui, qui
Per arrivare qui, qui, qui, qui



[Ponte]
Per arrivare a vederti
Per arrivare a toccarti
Ho dovuto sognarti
Sì… oh-oh-oh
Oh-oh-oh, sì

Per arrivare a vederti
Per arrivare a toccarti
Per arrivare fin qui
Ho dovuto sognarti
Per arrivare a vederti
Per arrivare a toccarti
Per arrivare fin qui
Ho dovuto sognarti
Ho dovuto sognarti

[Outro]
Ho trovato il contatto
Era solo in un sogno
E ti giuro sarebbe bellissimo se ti toccassi da sveglio