Bluvertigo – Andiamo a Londra: testo e video ufficiale

0

Andiamo a Londra è il primo singolo dei Bluvertigo estratto dal nuovo nonché terzo album in studio Tuono – Tono, Tempo, Suono, che sarà pubblicato ad inizio 2016 per Universal Music. Il disco di inediti, arriva a sedici anni di distanza dal precedente Zero – ovvero la famosa nevicata dell’85.

Marco Castoldi aka Morgan, ha affermato che sarà un album di rottura, rispetto al passato dei Bluvertigo, in quanto è necessario rompere col passato e quindi utilizzare sonorità variegate e diverse “sarà un disco pieno di influenze e di cose mai sentite, qualcosa di completamente nuovo perché le cose nuove rompono con la tradizione; perché le cose nuove sono dure e per questo non sono capite; perché bisogna abituarsi alla dissonanza, non ne possiamo più delle consonanze” ha detto il giudice di X Factor.

Il gruppo più influente degli anni ’90 torna quindi finalmente alla ribalta con questo disco e pezzo scritto da Morgan con la collaborazione di Mika e Guy Chambers (autore delle più famose hit di Robbie Williams). La canzone è stata eseguita dal vivo, in occasione del concertone romano del 1° maggio. Si tratta del primo brano inedito dal 2001.

Previa iscrizione gratuita, potete ascoltare su Spotify la versione incisa in studio di questo brano, in rotazione radiofonica da venerdì 11 settembre 2015. Per fare ciò cliccate sull’immagine in basso, dopo la quale trovate le parole che lo compongono.

Aggiornamento: il 23 settembre 2015 è uscito il video ufficiale del brano Andiamo a Londra, un filmato diretto da Jacopo Rondinelli e prodotto da Andrea Vetralla, che potete vedere cliccando sull’apposito link.

Bluvertigo-Andiamo-a-Londra

Testo Andiamo a Londra – Bluvertigo (Digital Download)

Sulla base del dubbio che gli uomini siano tutti uguali
andiamo a Londra, a salutare alcuni amici
e a farne di nuovi
Sulla base del dubbio che signori si nasce
andiamo a Londra a lavorare e a imparare la lingua

Gli italiani nel presente e nel passato
sempre troppo vicini al papato

Siam bloccati nei costumi, nei legittimi cambiamenti
nei mancati divertimenti
non si può fare i turisti
e nemmeno organizzarsi
tanto lo spazio non esiste

Sulla base del dubbio che gli uomini siano tutti uguali
andiamo a Londra, a salutare alcuni amici
e a farne di nuovi
Sulla base del dubbio che signori si nasce
andiamo a Londra a lavorare e a imparare la lingua

Gli italiani nel presente e nel passato
sempre troppo vicini al papato

Siam bloccati nei costumi, nei legittimi cambiamenti
nei mancati divertimenti
non si può fare i turisti
e nemmeno organizzarsi
tanto lo spazio non esiste

Un soffio impercettibile, si apre una pagina a caso del dizionario italiano, la voce che esce obliosamente, mi chiedo se l’oblio è un luogo, uno spazio, sicuramente, finché c’è una regola, c’è un legame.. l’oblio non è possibile

Siam bloccati nei costumi, nei legittimi cambiamenti
nei mancati divertimenti
non si può fare i turisti
e nemmeno organizzarsi
tanto lo spazio non esiste