Appino – Rockstar: testo e audio

0

Si intitola Rockstar il primo singolo di Andrea Appino estratto da Grande raccordo animale, secondo album da solista che vedrà la luce il 26 Maggio 2015 per Picicca Dischi/La Tempesta Dischi/Sony Music.

L’artista ha deciso di iniziare la seconda era discografica lontano dai Zen Circus “quasi sottovoce”, con l’unica ballata di un disco “che non vedo l’ora di farvi ascoltare per intero, perché ogni canzone è un mondo a se” scrive su Facebook il cantautore, chitarrista e produttore discografico pisano, frontman dei Zen Circus.

In effetti è una canzone che definirei malinconica, nella quale Appino immagina come sarebbe stata la sua vita, se avesse fatto altri mestieri come il professore, ma “la vita è un mestiere come tanti gli altri / quando sei apprendista te ne freghi di tutto e di tutti quanti” recita una parte di questo pezzo, che devo dire non mi è dispiaciuto. Appino chiude il brano rivolgendosi al barista: “un tempo io ero anche famoso, avevo una band, mangiavo fuori ogni Santo giorno, e una ragazza che… la gente si girava a guardare, mi ricordo molto poco, questa birra non so come pagarla”.

Siete curiosi di ascoltare l’inedito? Potete farlo cliccando sull’immagine in basso, dopo la quale trovate le parole che lo compongono.

andrea-appino-rockstar

Testo Rockstar – Andrea Appino

[Verso 1]
Compagna di niente
ti va di cu*o che non so cantare
se l’avessi saputo fare
non me ne stavo mica qui a bere
ma su di un palco
con le luci tutte ben puntate
la gente con la bocca aperta
ascolta le mie note
se avessi studiato
ora magari sarei professore
di quelli un pò trasandati
affascinante giovanile
le studentesse mi chiederebbero di uscire
io farei il superiore ma poi
gli do il numero di cellulare

[Verso 2]
Ma il sabato al bar
non mi dispiace neanche un pò
per fare la star
ci vuole un fisico rock and roll
e per insegnare
ma qualche cosa lo devi sapere
ma quello che so io
non è certa (o “certo”) roba da imparare
io so che la vita
è un mestiere come tanti gli altri
quando sei apprendista te ne freghi
di tutto e di tutti quanti
poi avanzi di un livello
uno scatto di anzianità
ai genitori piace chiamarla… responsabilità

[Pre-Ritornello]
Vieni andiamo via
che ormai è tardi e questo Negroni
mi fa volare troppo in alto
sopra questi lampioni
ti porto io, so la strada senza controlli
e so che non ti piace startene in mezzo a questi idioti
se ci viene fame, posso fare una carbonara
oppure andiamo a dormire giù all’Umana

[Ritornello]
Senza anelli alle dita
senza troppa fatica
senza conto in banca
senza la benzina che è finita
se mi vedi incupire
tu non ti preoccupare
non è niente è soltanto che io non voglio morire… qui
non è niente è soltanto che io non voglio morire… qui

[Conclusione]
Caro barista
un tempo io ero anche famoso
avevo una band
mangiavo fuori ogni Santo giorno
e una ragazza che… la gente si girava a guardarla
mi ricordo molto poco
questa birra non so come pagarla