Tokyo Gang feat. Daniele De Martino – Samara: video e testo del nuovo contagioso brano

0

Samara è una contagiosa canzone degli emergenti Tokyo Gang, con la collaborazione del cantante neomelodico Daniele De Martino, al momento ascoltabile solo tramite il video ufficiale. Il testo di questo gradevole brano, caratterizzato da sonorità e testi molto attuali e coinvolgenti.

Nel filmato, che si apre con questo “inquietante” personaggio col viso coperto dai lunghi capelli che fugge, vediamo anche De Martino & soci che armati che si preparano ed effettuano una rapina, successivamente Samara si reca dai protagonisti del colpo, che si ritrovano la pistola puntata e il bottino andar via, ma ovviamente la banda le darà la caccia. Ma chi sarà mai questo personaggio? Alla fine è una donna e se non erro dovrebbe trattarsi di Giusy Attanasio. Il finale è molto divertente e sorprendente…

anteprima video samara

Daniele De Martino Samara testo e traduzione

Samara, a-a-a-a a-a

Cosa sono per me i soldi? Dico Piedò
distruggiamo a mano a mano, che ne sanno loro
stai sfuggendo dai problemi sopra un Panamera
lo sai, baby, che facciamo tardi anche stasera.

Madmoseille, eh
stasera vieni con me, eh
ti porto a guardar la luna
ma poi si fa quasi l’una
babe sigla non è finita
ora sono con Daniele e sfrutto la mia chance, eh
al polso un Audemars

[Daniele De Martino (Insieme)]
Samara
Ti sto aspettando chiama
il mio cuore già trema
pecché t’addà n’cuntrà
ma tu nun t fa truvà
Samara
Cammini int’à nuttat
quann nisciun o sap
stai facenn impazzì a tutta a gent n’miezz a vij.
Chissà s’è n’ammurat
s’è stat spusat
fors s’à lassat
(nun s po capì)
è figlia r’u peccat
l’ann abbandunat
è na pazz infuriat
ca t fa mal.

Samara
Ti sto aspettando chiama
il mio cuore già trema
perché ti devo incontrare
ma tu non ti fai trovare
Samara
Cammini di notte
quando nessuno lo sa
stai facendo impazzire tutta la gente per strada.
Chissà se è innamorata
se è stata sposata
forse si è lasciata
(non si può capire)
è figlia del peccato
l’hanno abbandonata
è una pazza infuriata
che ti fa male.

Lei c’ha la G sopra i jeans, siamo fatti così
baby, lo sai, un giorno potrò portarti anche a Parì
non ci importa se restiamo senza nulla, sai che
tutto quello che tu cerchi lo trovi dentro me
e ci facciamo male
come fosse normale
Samara arriva la voltantr, yeh
mentre tu scappi in un istante, woo

[D. D. M. (Insieme)]
Samara
Ti sto aspettando chiama
il mio cuore già trema
pecché t’addà n’cuntrà
ma tu nun t fa truvà
Samara
Cammini int’à nuttat
quann nisciun o sap
stai facenn impazzì a tutta a gent n’miezz a vij.
Chissà s’è n’ammurat
s’è stat spusat
fors s’à lassat
(nun s po capì)
è figlia r’u peccat
l’ann abbandunat
è na pazz infuriat
ca t fa mal.

Cala il sole, guarda che tramonto
anche se restiamo da soli, io con te c’ho un mondo
no che non mi scorderò mai di chi mi è stato accanto
adesso voglio sbagliare solamente con te
non mi devi pensare, pensa a twerka’
basra guardarti negli occhi per capire chi sei
si, sono già le 6 e sei ancora da me
stappo un altro Moët con al polso un Rolex.

[D. D. M. (Insieme)]
Samara
Ti sto aspettando chiama
il mio cuore già trema
pecché t’addà n’cuntrà
ma tu nun t fa truvà
Samara
Cammini int’à nuttat
quann nisciun o sap
stai facenn impazzì a tutta a gent n’miezz a vij.
Chissà s’è n’ammurat
s’è stat spusat
fors s’à lassat
(nun s po capì)
è figlia r’u peccat
l’ann abbandunat
è na pazz infuriat
ca t fa mal.