Subsonica – Aurora sogna feat. Coma Cose: audio e testo della versione 2019

0

Rilasciato il 1° novembre 2019, Aurora sogna dei Subsonica feat. Coma Cose è la nuova versione del brano, primo singolo estratto dall’album Microchip Temporale, che vedrà la luce il 22 novembre 2019.

E’ veramente molto bella la nuova versione di questo pezzo, riarrangiato insieme ai Mamakass (duo formato da Fabio Dalè e Carlo Frigerio) e caratterizzato da porzioni di testo nuove di zecca, scritte dai Coma Cose e interpretate da Fausto Zanardelli. Ascoltalo.

Ricordo che questo pezzo scritto e composto da Max Casacci, era originariamente incluso nel fortunato album Microchip emozionale (1999) e che in seguito diventato uno dei brani più amati dai fan e tra i più suonati nei live del gruppo rock capitanato da Samuel Romano. Inoltre nel ritornello sono presenti le due parole che hanno dato il titolo a quel disco.

copertina canzone Aurora sogna 2019

Aurora sogna testo Subsonica e Coma Cose

downloadDownload su: AmazoniTunes

Aurora sogna
Aurora sogna

Si sveglia che fa buio ormai d’abitudine
La notte le regala un’aria più complice
Detesta il vuoto dei rumori della realtà
(Aurora sogna)
Ma col volume a stecca può sopravvivere
(Aurora sogna).

Sogna una carne sintetica
nuovi attributi e un microchip emozionale
Sogna di un bisturi amico che faccia di lei qualcosa fuori dal normale.

Aurora sogna

[Francesca Mesiano]
Qualche gelato al giorno forse la nutrirà
Non crede nell’amore, in ciò è molto semplice
Come si chiama questa voglia di vivere, (Aurora sogna) ah, ah
Che nel suo corpo ha bisogno di espandere? (Aurora sogna) ah, ehi

Sogna una carne sintetica
nuovi attributi e un microchip emozionale
Occhi bionici, più adrenalina sensori e cibernetica neurale.

Sogna una carne sintetica
nuovi attributi e un microchip emozionale
Labbra cromate, ricordi seriali, emozioni e un nuovo impianto sessuale.
E senza più mangiare
E senza più dormire
E senza più mangiare
E senza più dormire.

[Fausto Zanardelli]
Ah, Aurora sogna
Lì sulla soglia
Della sua casa
Da un’ora sfoglia
Le pagine delle sue notti da cui scappa sempre
Fa luce ma per i suoi mostri non ci sono tende
Per ripararla, fuori brucia l’alba
Vorrebbe un cuore sintetico ma non ne parla
E un sangue che non è un fluido
E come battito un cortocircuito

Le stesse facce di ogni giorno fanno male
Le stesse voci recitanti giudicare
Posa l’orecchio sul bicchiere e sente il mare
Ma non il suono della musica che piace a me

Sogna una carne sintetica nuovi attributi e un microchip emozionale
Sogna di un bisturi amico che faccia di lei qualcosa fuori dal normale
Sogna una carne sintetica nuovi attributi e un microchip emozionale
Occhi bionici, più adrenalina, sensori e cibernetica neurale
Sogna una carne sintetica nuovi attributi e un microchip emozionale
Labbra cromate, ricordi seriali, emozioni e un nuovo impianto sessuale
Sogna una carne sintetica.


Ascolta su: