Il testo e il significato di “Oggi ho perso le chiavi di casa” di Luciano Ligabue

0

Oggi ho perso le chiavi di casa è la sesta e penultima traccia inserita in 7, tredicesimo album in studio di Luciano Ligabue, negli scaffali dei negozi da venerdì 4 dicembre 2020.

Il testo e il significato di questa bella canzone, scritta dallo stesso Liga e prodotta con la collaborazione di Claudio Maioli e Fabrizio Barbacci. Ricordo che in questo attesissimo lavoro del rocker, sono presenti, come da titolo, un totale di sette nuove canzoni, tra le quali i due singoli che ne hanno anticipato la release, La ragazza dei tuoi sogni e Volente o nolente in duetto con Elisa Toffoli.

copertina album 7

Testo Oggi ho perso le chiavi di casa, Ligabue

downloadDownload su: Amazon – Ascolta su: Apple Music

[Strofa 1]
Dov’è il cartello che
han messo fra il bene e il male?
dov’è comunque che
finisco io e cominci tu?
c’è tanta gente che
sa sempre bene come fare
dov’è che ti sento di più?

Com’è, com’è che fa
quel pezzo sul tornare a casa
in qualche treno
gli occhi stanchi a riposare un po’?
ho un vecchio amico che
c’ha la risata contagiosa
e io ne approfitto, lo so
lo chiamo spesso però
è sempre pronto

[Ritornello 1]
Oggi ho perso le chiavi di casa
oggi resto qui fuori un po’ con me
oggi sembra tutto più chiaro com’è, com’è
qui con me

[Strofa 2]
Dov’è che finirà
l’amore che non puoi sfogare? (chissà se ricordi)
in quale banca, quale conto
che interessi avrà?
com’è che hai scelto me?
qualcuno ti darà ragione
(ma sì che ricordi)
si fo**a chi non lo farà
chi dice che sa come andrà
c’ha l’occhio spento

[Ritornello 2]
Oggi ho perso le chiavi di casa
oggi resto qui fuori un po’ con me
oggi sembra tutto più chiaro
com’è con me
oggi ho perso le chiavi di casa
oggi ho tempo, siediti qui con me
oggi sento che va tutto bene com’è (com’è), com’è
qui con me, qui con me
com’è

[Ponte strumentale]

[Outro]
Dov’è il cartello che
han messo fra il bene e il male?
dov’è allora che
finisco io e cominci tu?


Significato canzone

E’ la canzone più intima dell’album, su un bel giro armonico e caratterizzata dal suono delle chitarre. Basato su un bel giro armonico e caratterizzata dal suono delle chitarre, il brano parte da un gesto che si ripete con una certa frequenza nella vita reale dell’artista, cioò la perdita delle chiavi di casa, con tutta l’agitazione che ne deriva, per scandagliare in profondità dubbi e ambiguità che s’insediano negli anfratti dell’anima. Molto bella la lunga coda musicale: era partito da un suono di corni francesi scovato in un software che aveva a casa, ne è nato un tema che ben si adattava a un’orchestrazione, e in sala si sono divertiti a suonarlo come fosse una jam.