Montpellier, Rhove: audio e testo della nuova canzone

0

Da venerdì 28 maggio 2021 è disponibile per Virgin Records & Milano Ovest il nuovo singolo dei Rhove intitolato Montpellier, che arriva dopo il successo di Corso Europa.

Leggi il testo e ascolta la nuova canzone di questo emergente artista, giunto alla sua quarta release dopo “Blanc Orange (na na na)”, “Provincia” e il succitato brano, ottenendo numeri decisamente interessanti.

Rhove è un gioco di parole tra l’abbreviazione del suo cognome Samuel Roveda e Rho, la provincia di origine. Il rapper si ispira ad artisti internazionali come Morad e i francesi quali Stromae, SCH e JUL.

copertina brano Montpellier by rhove

Testo Montpellier, Rhove

Download su: Amazon – Ascolta su Apple Music

Boom pa-pam, facciamo saltare la city
Sembra Montepellier senza le tute del Paris
E le notti nella zone durano come una vita
E da un palazzo alto l’eco torna come il delay

[Rit.]
Boom pa-pam, facciamo saltare la city
Sembra Montepellier senza le tute del Paris
E le notti nella zone durano come una vita
Se da un palazzo alto l’eco torna come delay

Siamo sul tetto più alto delle nostre città (Eh)
Guardiamo il sole che tramonta e scende sotto i pala-
Se la musica fa atmosfera e sotto si sentirà
Mischiata al suono di una sirena che fa il mood GTA
E non pensarci ora a quanti soldi hai perso, ah-ah
‘Sti cash, questi beef sono un passatempo, ah-ah
Ci beccavamo sempre al parco, sì, ma quello più in là
Perché ci piaceva stare dove la gente non stava
Quando eravamo lì alle panche mi chiedevo chi, fra
Chi fosse il primo della cumpa che ci avrebbe mollati
E non mi sarei mai aspettato fossi tu
“Come va?” mi chiede mamma mentre mangio
E mi si legge in faccia

[Rit.]
Boom pa-pam, facciamo saltare la city
Sembra Montepellier senza le tute del Paris
E le notti nella zone durano come una vita
Se da un palazzo alto l’eco torna come delay

Scendo con la felpa arancio in provincia
Guarda, fa pendant con una palazzina a quattro piani
Non c’erano le dune di Pila, ma quelle lì, blanc
Quelle che ti rovinano la vita pian piano
Io ho perso un ami’, ah, due ami’, ah
Fino a rendermi conto che i clienti non erano amici ma animali in fila
Cerco di portare ‘sto bébé verso la giusta via
Gli faccio credere che tutti qui hanno una via d’uscita
Voglio fare del bene perché il male ritorna sempre
Con lo ski-mask, bébé, ti devo dare un bacio eschimese
Abitavamo in una casa, parete contro parete
Siamo stretti come le tute del Manchester

[Rit.]
Boom pa-pam, facciamo saltare la city
Sembra Montepellier senza le tute del Paris
E le notti nella zone durano come una vita
Se da un palazzo alto l’eco torna come delay

Boom pa-pam, facciamo saltare la city
Sembra Montepellier senza le tute del Paris
E le notti nella zone durano come una vita
E da un palazzo alto l’eco torna come delay

Autori: Andrea Usai, Emilio Barberini, Samuel Roveda.

Ascolta su: