Mondo Marcio – Un bacio? Troppo poco: testo e video ufficiale

0

 

un-bacio-troppo-poco-videoclip-mondomarcio

Un bacio? (Troppo poco) è il nuovo singolo del rapper Mondo Marcio, quarto estratto dall’album Nella Bocca Della Tigre rilasciato lo scorso 15 aprile.

Il 18 luglio scorso è uscito su La Repubblica il video ufficiale che accompagna la canzone, anch’essa contenente un campione di un pezzo di Mina, come del resto tutti i brani del nuovo lavoro.

Un bacio? Troppo poco è una canzone che affronta il tema della dipendenza “da un’abitudine, da una persona, da un ricordo, da una sostanza” spiega il rapper milanese, che paragona questo stato a una storia d’amore con un’amante della quale non si può più a fare a meno. Per Mondo Marcio la grande Mina è un’amica in grado di dare consigli, in quanto un bacio è troppo poco per capire se si ama qualcuno…

Il video ufficiale che andiamo a vedere, è stato diretto da Mauro Russo ed è stato registrato nel Salento. Le mentre le immagini di Mina sono invece estratte dall’ultima puntata di “Studio Uno” del 1965.

Dopo il filmato potete leggere le parole di questo brano, in rotazione radiofonica dallo scorso 13 giugno. La clip è stata spostata in apertura post.

Testo Un bacio? Troppo poco – Mondo Marcio
Ti ho vista una sera, ricordo era dicembre
c’era la luna piena, ti aspettavo da sempre,
la perfetta chimera, mi hai fatto venire a fondo con te
ora so com’è farlo con una sirena
mi sono presentato, hai già un fidanzato?
hai detto “corri troppo”, ho detto “non spreco fiato”,
mi hai chiesto lo stesso “non esco con nessuno”,
in cinque minuti ero già stregato dalla luna
mani sui tuoi fianchi, slip sotto al letto
chiamate Tinto Brass questo è il set perfetto
il serpente nel giardino, se n’era ormai andato,
in faccia un sorriso, in mano la mela del peccato,
la bocca di un amante, le mani di una strega
come una mantide pronta a sbranare la sua preda,
pensavo di conoscerti, già, avrei dovuto ascoltare
una vecchia amica che diceva che…

Un bacio è troppo poco
per sapere se ti amo
un bacio è troppo poco
per capire veramente…
che mi piaci, che mi piaci
che mi piaci, che mi piaci

Dovrei seguire i miei sensi o dovrei pensarci ancora,
è con la testa di sotto o con quella di sopra,
sei la droga perfetta, sei l’eroina che non manda in clinica,
la canna che non manda in chimica,
dolce insieme a cinica, a letto un animale
la Vergine Maria sei sovrannaturale,
appena sto con te ho ancora sangue nelle vene
come può qualcosa di malvagio farmi stare bene?
Dodici ore a letto, comunque non mi bastano
mi ridai la vita, puoi chiamarmi Lazzaro,
sei la più ambita, i frà per te si ammazzano
quando ti ho aperto tremo come chi ha il Parkinson
gli occhi di un’attrice, la lingua di una strega,
come un ragno che mi ha attirato nella sua tela,
pensavo di conoscerti, già, avrei dovuto ascoltare
una vecchia amica che diceva che…

Un bacio è troppo poco
per sapere se ti amo
un bacio è troppo poco
per capire veramente…
che mi piaci, che mi piaci
che mi piaci, che mi piaci

Saremo insieme finchè il cielo è nero
insieme finchè niente è vero
io e te, insieme finché dura il gioco
bruceremo nel nostro fuoco, io e te,
non aver paura, mi avrai sempre accanto
più la notte è scura, più non penso a nient’altro
che a te, di profilo o di schiena
come Achab e la sua balena,
trascinami all’inferno via dalla vita terrena
mi sento un senzatetto che guida un Porsche Carrera,
hai il seno di una madre, la lingua di una strega,
io sono un naufrago innamorato della bufera,
pensavo di conoscerti, già,avrei dovuto ascoltare
una vecchia amica che diceva che…

Un bacio è troppo poco
per sapere se ti amo
un bacio è troppo poco
per capire veramente…
che mi piaci, che mi piaci
che mi piaci, che mi piaci