Miriam Masala – La cosa più bella: testo e video ufficiale

0

La cosa più bella è il nuovo singolo della cantante ligure Miriam Masala, che omaggia tre campioni dello sport venuti purtroppo a mancare: sto parlando del motociclista Marco Simoncelli, del calciatore Pier Mario Morosini e del pallavolista Vigor Bovolenta, tre grandi atleti accomunati da un carattere solare ed altruista, lontano dall’arroganza del divismo che contraddistingue la maggior parte dei personaggi facenti parte del mondo dello sport.

Miriam-Masala-La-cosa-più-bella

Davvero molto bella e significativa la nuova canzone della bella e brava cantante 23enne di Albenga, scritta da Carlo Nesti e composta da Giulio Filotto.

Il brano è stato presentato per la prima volta allo Juventus Stadium di Torino, in occasione della Partita del Cuore della Nazionale Italiana Cantanti ed è disponibile nei digital store dal 2 giugno sotto etichetta Senza Dubbi, mentre da venerdì 5 giugno 2015 sarà trasmessa dalle emittenti radiofoniche nazionali.

Il bel video ufficiale che accompagna l’inedito, è stato diretto da Carlo Alberto Coppi per Video News.

Per vedere questo filmato su Youtube cliccate sull’immagine in basso, dopo la quale potete leggere il testo completo da noi trascritto.

la-cosa-piu-bella-video-miriam-masala

Testo La cosa più bella – Miriam Masala (Digital Download)

Due lame di luce
in quella persiana
dormire è un’impresa
la calma è lontana
la mente va in folle frullando i pensieri
ed io…
rivivo il mio ieri
una moto e una palla
un bacio e una gita
non credevo che
insegnassero vita
una moto e una palla
non vincono sempre
egoismo e arroganza
heyyy, puoi cogliere un fiore
se sai guardare in alto
non solo sull’erba
ma anche sopra quest’asfalto
per quelli che un tempo era tutto normale
vincevano il mondo
senza fare male
non potrò sapere mai
se è giusto lasciarci
facendo la cosa più bella del mondo

Heyy, due lame di luce
mente conto le ore
la loro memoria, diventa un bagliore
certe volte è tremendo
come fossi un bambino
trovare risposte, accettare il destino
heyyy, puoi cogliere un fiore
se sai guardare in alto
non solo sull’erba ma anche sotto quest’asfalto
per loro che un tempo era tutto normale
vincevano il mondo
senza fare male
non potrò sapere mai
se è giusto lasciarci
facendo la cosa più bella del mondo

Heyy, due lame di luce
sono semplici insegne
che la notte cancella
il chiasso si spegne
heyyy, e il cielo si accende
non potrò sapere mai
se è giusto lasciarci
facendo la cosa più bella del mondo