“Mille Uragani” nuovo singolo di Piero Pelù – audio, video e testo

0

 
piero-pelu

Mille Uragani è il titolo del nuovo singolo di Piero Pelù, cofondatore e leader del gruppo rock dei Litfiba.

Davvero niente male questa nuova canzone, che fa da apripista al nuovo disco dell’artista, che vedrà la luce il prossimo 19 novembre. L’opera si intitola Identikit, e raccoglierà i grandi successi di quest’artista.

Secondo il cantautore, il brano è un inno alla vita; “mi son pure permesso di citare nel testo il grande mio concittadino esiliato Dante nel quinto canto dell’Inferno” ha aggiunto in occasione di un’intervista a TgCom.

Per quel che concerne i suoni, indubbiamente la fa da padrona la chitarra Fede Poggipollini, ma anche Ciccio Licausi (ex Negrita) al basso, si fa notare andandoci dentro a più non posso.

Molto radio-friendly l’inedito che potete ascoltare appena dopo la cover del citato album, che ritrae l’artista a mezzo busto su sfondo rosso. Noterete inoltre i titoli di alcune canzoni presenti, con a fianco l’anno di riferimento.

Presente anche il videoclip ufficiale uscito nel suo canale Youtube in data 4 novembre.

Identikit-cover-piero-pelu

Audio


Video Ufficiale

Potete visionare il filmato in apertura dell’articolo.


Testo Mille Uragani – Piero Pelù

Noi, noi
equilibristi come angeli,
caduti qui nel centro del nulla
mangiamo fuoco per tenerci vivi
e dentro la testa c’è un’incredibile esplosione
di vita,
inarrestabile.

Ci scambiamo energie speciali
e richiami
per creare correnti ascensionali.
Come quei due amanti
che Dante fa girare in eterno,
ci cerchiamo tra mille uragani…

Quale bellezza,
quale bellezza,
ci può salvare
solo la purezza.
Scatena i venti,
il fuoco,
i sensi,
i desideri più sommersi
è un’incredibile infusione di vita vita
pronta ad esplodere.

Ci scambiamo energie speciali e richiami
per creare correnti ascensionali.
Come quei due amanti che Dante fa girare in eterno.
Ci vediamo tra mille uragani…

Occhi neri, dove mi hai portato?
occhi grandi, che cos’è il peccato?

Ci scambiamo energie mentali
e richiami,
per creare correnti verticali…
Come quei due amanti che giran sempre giù all’inferno
con la forza di mille uragani e richiami…

Mille uragani,
mille richiami,
mille uragani
nelle tue mani…