Marvin, Vento D’Estate: testo e video ufficiale

0

Vento D’Estate è il titolo del nuovo singolo di Alessandro Moschini che in arte si fa chiamare Marvin, per via della somiglianza con l’ex pugile statunitense Marvin Hagler.

Vento d’Estate è una cover del brano scritto nel 1998 da Max Gazzè e Riccardo Sinigallia, cantato da Gazzé insieme a Niccolò Fabi. Devo ammettere che la rivisitazione in chiave dance da parte di Marvin è davvero eccellente.

Questa canzone, ora uscita su Bang Records, etichetta di Dj Ross, fu una delle più trasmesse in radio all’epoca, ed in quell’anno vinse anche “Un Disco Per L’Estate”. Torna ora alla ribalta grazie all’idea di Marvin, voce dello storico progetto dance Prezioso feat. Marvin.

Il brano è stato rispolverato anche grazie alla collaborazione di Paolo Sandrini: per parecchio tempo partner di Gigi D’Agostino, è uno dei produttori che ha fatto la storia della musica dance dagli anni ’90 ad oggi. Ha dato il suo contributo anche uno dei più importanti producer italiani del momento: sto parlando di Rudeejay.

Ecco le parole di Marvin in merito al nuovo lavoro:

Ci sono delle canzoni che arrivano, si siedono accanto a te e ti accompagnano per tanto, tanto tempo. Alcune, addirittura, per tutta la vita. VENTO D’ESTATE per me è una di quelle canzoni. Vento d’Estate ha il sapore delle gite al mare con i vecchi amici. Ha il profumo dei campi che si attraversano dalla periferia di Roma per arrivare a Fregene, Ostia…porta con sé l’odore dei pini…delle sere in cui si scappava ad una festa in spiaggia… Più di un anno fa, ho tirato fuori l’idea dal cassetto e per la realizzazione ho chiesto l’aiuto di un grande produttore: Paolo Sandrini. Avevamo già lavorato insieme a Tell Me Why e Let Me Stay. E sentivo fortemente che lui avrebbe dato il meglio su un brano del genere. Ascoltando il risultato…non mi sbagliavo. Grazie Paolo, lavorare al tuo fianco è elettrizzante!. Un grazie speciale a Rudeejay per aver partecipato al progetto (il sonar synth spacca)…e per il supporto morale! Impagabile.

Dopo la cover del singolo, potete leggere le parole e vedere il video ufficiale diretto da Fabio Salituro & Carlotta Cortesi per MezcalVideo.

CAST: Erika Occhiello, Nicole Vita Loriedo, Aurora Cotti, Emily Price, Rudeejay, Carlotta Cortesi, Marcello Mazzoli, Matilde Benuzzi, Maddalena Bresciani, Marzia Ligas, Sofi’, Ambra Cotti.

marvin-vento-destate-cover

Guarda il videoclip

Testo Vento D’Estate – Marvin
Ho lasciato scappar via l’amore
l’ho incontrato dopo poche ore
è tornato senza mai un lamento
è cambiato come cambia il vento
Vento d’estate io vado al mare voi che fate
non mi aspettate forse mi perdo

Ho pensato al suono del suo nome
a come cambia in base alle persone
ho pensato a tutto in un momento
ho capito come cambia il vento

Vento d’estate io vado al mare voi che fate
non mi aspettate forse mi perdo

Ho lasciato scappar via l’amore
l’ho incontrato dopo poche ore
è tornato senza mai un lamento
è cambiato come cambia il vento

Ho pensato al suono del suo nome
a come cambia in base alle persone
ho pensato a tutto in un momento
ho capito come cambia il vento

Vento d’estate io vado al mare voi che fate
non mi aspettate forse mi perdo

Vento d’estate io vado al mare io vado al mare
non mi aspettate mi sono perso

Ho lasciato scappar via l’amore
l’ho incontrato dopo poche ore
è tornato senza mai un lamento
è cambiato come cambia il vento
Vento d’estate io vado al mare voi che fate
non mi aspettate forse mi perdo

Ho pensato al suono del suo nome
a come cambia in base alle persone
ho pensato a tutto in un momento
ho capito come cambia il vento

Vento d’estate io vado al mare voi che fate
non mi aspettate forse mi perdo

Ho lasciato scappar via l’amore
l’ho incontrato dopo poche ore
è tornato senza mai un lamento
è cambiato come cambia il vento

Ho pensato al suono del suo nome
a come cambia in base alle persone
ho pensato a tutto in un momento
ho capito come cambia il vento

Vento d’estate io vado al mare voi che fate
non mi aspettate forse mi perdo

Vento d’estate io vado al mare io vado al mare
non mi aspettate mi sono perso