Pinguini Tattici Nucleari – La Storia Infinita: ascolta e leggi il testo del nuovo singolo

0

La Storia Infinita è un singolo dei Pinguini Tattici Nucleari, scritto dal frontman Riccardo Zanotti e disponibile ovunque, anche on air, da venerdì 28 agosto 2020 su RCS / Sony Music Italy. L’audio e il testo.

L’attesa è finalmente terminata: è ufficialmente stata rilasciata la nuova canzone del gruppo indie rock capitanato da Riccardo Zanotti che, dopo l’ottima esperienza sanremese che ha visto la band ottenere un dignitoso terzo posto e un semestre ricco di soddisfazioni, con diverse certificazioni Oro e Platino e primati nelle classifiche radio e di vendita, torna con questo interessante brano prodotto da Fabrizio Ferraguzzo & Enrico Brun, sul quale i PTN hanno lavorato durante il lockdown.

Sebbene la calda stagione sia ormai nella fase conclusiva, qui il gruppo parla di estate, quella più bella di sempre, quindi probabilmente non questa, che si è rivelata quantomeno anomala a causa dell’emergenza sanitaria che purtroppo è mai definitivamente cessata. La Storia Infinita è una gradevole canzone ricca di citazioni del passato riviste in chiave moderna.

“Pasolini diceva che contava il tempo ad estati, non ad anni, e il nostro nuovo singolo parla dell’estate più bella di sempre, quella in cui avevi 10 anni, o 15, o 30, a seconda di chi sei, quell’estate che per qualcuno forse non è ancora arrivata, e per altri è appena finita. Quell’estate in cui ti sembra di essere in sella al fortunadrago e vedi il mondo piccolissimo dall’alto” ha condiviso il gruppo sui social. Queste invece le parole di Riccardo Zanotti: “E così è nella vita, ci sono estati del nostro passato che sono rimaste dentro di noi come opere d’arte, che non smettono di esistere e che continuano a rinnovarsi mentre noi cambiamo. Magari quando avremo ottant’anni le ricorderemo in modo diverso, ma resteranno vive, vivide e bellissime”.

La storia infinita copertina brano pinguini

Audio:

La Storia Infinita Testo PTN

downloadDownload su: AmazoniTunes

[1a Strofa]
Ti ho scritto una lettera che sa cantare
Per tutti i giorni in cui vorrai dormire
Quattrocento colpi dentro al cuore
Corse sul mare come due pistole
Ma… ora non corro più
Non corro più

[2a Strofa]
Cartoline erotiche nei bar
Vecchi che giocavano a briscola
Potevo leggerti nell’anima
Dietro le lenti nere dei Ray-Ban
Sì, dei tuoi Ray-Ban

[Rit. 1]
Un tedesco suonava “Wonderwall” ad un falò
Di notte lui giocava a far l’artista
Mentre tu sorridevi e non guardavi, no
Mia dolce Venere di Insta
Perché sei stata l’estate migliore della mia vita, è la verità
Sembrava La Storia Infinita e forse era solo la felicità (Let’s go!)

[3a Strofa]
E quanto siamo bravi a fingere
Di non provare sentimenti
E siam felici come Pasque, sì
Ma Pasque del 2020
E tu dicevi di amare la mia “s”
Invece ora chissà che cosa pensi
Esser felici dura il tempo di un ballo
Fra Dustin e Nancy

[Rit. 1]
Un tedesco suonava “Wonderwall” ad un falò
Di notte lui giocava a fare l’artista
Mentre tu sorridevi e non guardavi, no
Mia dolce Venere di Insta
Perché sei stata l’estate migliore della mia vita, è la verità
Sembrava La Storia Infinita e forse era solo la felicità

[Ponte]
(Woh-oh-oh-oh-oh)
Anima punk, occhi di Peter Pan
(Woh-oh-oh woh-oh)
Una poesia dentro al cesso di un bar
(Woh-oh-oh-oh-oh)
Una canzone che non finirà
(Woh-oh-oh-oh-oh)
Aspetta, aspetta, aspetta, com’è che fa?

[Rit. 2]
Un tedesco suonava “Wonderwall” ad un falò
Col testo scritto sopra al fazzoletto
E siamo solo mostri con una grande paura
Di trovare un bambino sotto al letto
Tu, arrossivi ma senza un perché
Comoda dentro ad un cliché
Ti innamoravi e non di me
O forse sì
Ho perso i miei denti da latte
Perché son diventato grande
Ti ho usata come una risposta
Ma eri milioni di domande

E na na na na na