Giulia Luzi, Un abbraccio al sole: video e testo

0

Si intitola Un abbraccio al Sole il nuovo singolo di Giulia Luzi, un bel brano scritto da Roberto Cardelli e dalla compositrice e autrice Laura Di Giorgio.

Si tratta di una fresca canzone, caratterizzata da sonorità elettro-pop, un abbraccio alla vita della quale si dovrebbe coglierne ogni istante, sia nel bene che nel male, in quanto la vita ha i suoi lati positivi e negativi, porta sia gioia che dolore.

Il brano è stato rilasciato il 17 giugno per Madli Records, come primo singolo estratto dal futuro album, che a detta dell’attrice, cantante e doppiatrice romana classe 1994, è il suo sogno più grande.

Disponibile dal 16 giugno, il video ufficiale è stato scritto e diretto dal duo Trilathera e vede la partecipazione dei ballerini Angelo Recchia e Giulia Federico, che danno vita a una bella coreografia, che simboleggia l’amore, l’abbraccio e la passione.

Per vederlo cliccate sull’immagine, dopo la quale trovate le parole da noi trascritte.

Un-abbraccio-al-sole-video-Giulia-Luzi

Testo (Digital Download)

Come stai?
Cosa pensi di me, di te?
Noi siamo la stessa faccia
ma… chissà
cosa vestirò stasera
cambio prospettiva
ma già so, questa vita
ha 1000 volti e un solo sguardo
per capirla vado a fondo
la mia essenza resta appesa
ad ogni passo trasformo l’attesa
quante maschere siamo
in un viso nascosto c’è un mondo e viviamo.

Ma la vita che cos’è
un abbraccio al sole
ogni istante lascerà
segni sulla pelle
e in un attimo ci sfugge
catturiamola in quel battito che è eterno fra di noi.

Guarda che luna!
ogni notte è la stessa ma è sempre diversa
gioca da sola
la sua luce brilla ancora
cambia prospettiva
come questa vita
si riflette in uno sguardo
ci specchiamo in un abbaglio.

Capire, sognare, ferire, distrarsi, vedere, toccare, riuscire a colpirsi
andare lontano e lasciare che il tempo travolga lo spazio e continui a stupirci.

Ma la vita che cos’è
un abbraccio al sole
ogni istante lascerà
segni sulla pelle
e in un attimo ci sfugge
catturiamola in quel battito che è eterno fra di noi
che non resteremo mai, mai, mai… distanti
e non cercheremo mai, mai, mai
di tradire i nostri sensi.

In fondo in questa ipocrisia
c’è nascosto un Paradiso che ci avvolge
in questa instabile follia
siamo liberi nel vento
e con le braccia aperte
costruiamo il nostro mondo.

Ma la vita che cos’è
un abbraccio al sole
questa vita traccerà
segni sulla pelle
e in un attimo ci sfugge
consumiamola in quel battito di eterno che c’è in noi
che non resteremo mai, mai, mai… distanti
che non cercheremo mai, mai, mai
ma non resteremo mai, mai, mai distanti
e non cercheremo mai
di tradire i nostri sensi.

Ma la vita che cos’è
questa vita va da se.