Gianluca Capozzi – Ho Fatto un sogno: audio, video e testo della nuova canzone

2

Leggi il testo e ascolta e guarda il video di Ho Fatto un sogno, singolo del cantautore napoletano Gianluca Capozzi, uscito venerdì 13 dicembre 2019 via Zeus Record.

L’artista non si smentisce, perché questa canzone, scritta a quattro mani con Massimiliano Capozzi e arrangiata da Sabatino Salvati, è veramente coinvolgente e contagiosa, una romantica poesia in pieno stile Capozzi, che canta un amore che sembra ormai concluso, anche in cuor suo, il cantante spera e sogna ancora che possa rinascere.

Il video ufficiale è stato diretto da Marco Cantone ed è stato girato a Dubai. Alcune delle meravigliose e suggestive immagini, mostrano il cantante e un bellissimo aquario cittadino che fa da sfondo.

copertina canzone ho fatto un sogno

Gianluca Capozzi – Ho Fatto un sogno testo

downloadDownload su: AmazoniTunes

Tieni a freno i sentimenti, metti in pausa il cuore
resta solo da capire, quando poss’ fa
ho sultant nu pensier’ che mor staser’
più stu tiemp ca t’ serv p’ ce fa lassà
a diss a verità, che ormai nun c ne sta

Ho fatto un sogno che aveva il tuo volto e si chiamava amore
poi mi hai svegliato, il sapore del niente sapeva di te
non sono scem’ e per questo so leggere in fondo al tuo cuore
dove non vedo più pagine scritte che parlan e me (che parlan e me)
passerà prima o poi ma per ora ho più freddo che mai.

Che rumur fa o silenz’ dropp fatt ammor’
par ca s zicc incuoll e ca nun si ne va
manc si facemm fint e ce crer ancor’
fors sul pa paur i chi adda ccumincià
a vist a verità, che ormai nun c ne sta

Ho fatto un sogno che aveva il tuo volto e si chiamava amore
poi mi hai svegliato, il sapore del niente sapeva di te
non sono scem’ e per questo so leggere in fondo al tuo cuore
dove non vedo più pagine scritte che parlan e me

Poi da ier che la sera do i parol rint o scur e ce vasaim senza e ce fermà
e mo non riesc’ manc e me guardà

Ho fatto un sogno che aveva il tuo volto e si chiamava amore
poi mi hai svegliato, il sapore del niente sapeva di te
non sono scem’ e per questo so leggere in fondo al tuo cuore
dove non vedo più pagine scritte che parlan e me

non sono scem’ e per questo so leggere in fondo al tuo cuore
dove non vedo più pagine scritte che parlan e me
passerà prima o poi
ma per ora ho più freddo che mai.


Ascolta su: