Frenetik & Orang3: audio e testo del nuovo singolo Giornate Vuote ft. Gemitaiz

0

E’ del rapper romano Davide De Luca, in arte Gemitaiz, la voce protagonista del nuovo singolo dei Frenetik & Orang3 battezzato Giornate Vuote, dal 18 gennaio disponibile nei negozi e in streaming.

Daniele Mungai e Daniele Dezi, in arte Frenetik e Orang3, ci propongono questa interessante nuova produzione, un bel pezzo firmato dall’interprete, che per l’occasione rappa come lui sa fare.

L’inedito sarà incluso nell’album Zerosei, in uscita il 1° febbraio 2019 per Asian Fake. Dopo aver contribuito con le loro produzioni al successo di artisti come Coez, Salmo, Gemitaiz e Carl Brave X Franco126, i due producers sono pronti a debuttare con l’atteso disco d’esordio tutto loro, anticipato dai singoli “Interrail”, “Migliore di me”, “Lucertole” e ora dalla traccia in oggetto, la numero 2 in scaletta nel progetto discografico.

copertina canzone giornate vuote

Giornate vuote testo – Frenetik e Orang3 feat. Gemitaiz

Download su: AmazoniTunes

[Strofa 1]
Mi chiedi come faccio quando mi alzo presto
Cazzo, lo detesto
Ormai c’ho trent’anni, fra’, sto diventando vecchio
Mi guardo questa scritta in fronte davanti allo specchio
Mi ricorda che sono diverso e pure di parecchio
Ora cantano tenendo in mano i soldi come manigoldi
Fanno musica senza ricordi
Non vedo altra soluzione che tagliare i ponti
Perché mi fanno senso come gli animali morti
Siamo controversi, zero compromessi
Il divano è per gli strumenti, mica per sedersi (scusa)
Siamo sotto, pezzi
In studio puzza e boots e jersey
Scrivo duecento pezzi
Premi il grilletto e Nancy
Senza l’odio della gente non sapresti quant’è bello niente
Mandali affanculo, escine sorridente
Apri gli occhi e spegni il resto
Se vuoi farlo, fallo adesso (ora)
Credici sempre, ama te stesso.

[Ritornello]
Potrei stare con te
Dico per davvero non dentro alle note
Riempire di qualcosa le giornate vuote
Toglierti i bastoni dalle ruote per andare veloce con me
Veloce con me, veloce con me, veloce con me
Toglierti i bastoni tra le ruote.

[Strofa 2]
C’è lei che mi manda messaggi
Sta lì che sogna, vuole fare i viaggi
È bella, ha gli occhi grandi, sembrano paesaggi
Giuro che vorrei portartici dal sole ai ghiacci artici
Ma sono rotto dentro, in mezzo agli ingranaggi
Un bacio con la lingua, prima che quest’attimo si estingua
Alzati il vestito, slacciami la cinta
Non pensarci troppo, sennò poi fai finta
Che dopo devo dargliela vinta
Mi hanno fatto male, pensavo di no, baby
Ma a quanto pare se ti amo mi farai strangolare pure in alto mare
Mi odio, poi mi saboto, resto a casa il sabato
Corro nel pezzo da cui tutti scappano
Mi piace il fuoco addosso, sentire freddo agosto
Cambiare quello che questi qua c’hanno predisposto
Di tutti i bottoni, frate’, premo il rosso
So che non esiste che mi sposto.

[Ritornello]
Potrei stare con te
Dico per davvero, non dentro alle note
Riempire di qualcosa le giornate vuote
Toglierti i bastoni dalle ruote per andare veloce con me
Veloce con me, veloce con me, veloce con me
Toglierti i bastoni tra le ruote
Potrei stare con te
Dico per davvero, non dentro alle note
Riempire di qualcosa le giornate vuote
Toglierti i bastoni dalle ruote per andare veloce con me
Veloce con me, veloce con me, veloce con me
Toglierti i bastoni dalle ruote per andare veloce con me.


Ascolta su: