DIOSA, Nathys feat. Peppe Soks: il testo e il video della contagiosa canzone

0

copertina brano diosa remix by Nathys

Su una produzione di Nathys, il giovane rapper salernitano Giuseppe De Luca, meglio conosciuto come Peppe Socks, ha scritto e interpretato DIOSA Remix, contagioso singolo rilasciato il 4 giugno 2021 per AR.MS. Empire.

Nella canzone, il protagonista parla di una bella ragazza che, come recita il ritornello, era la sua regina e adesso è la sua Dea che gli da dipendenza come la droga, ma che lo fa anche soffrire perché come recita il testo, ad essersi innamorato è solo lui. Il video è stato diretto da Gimmy Giordano.

 

Peppe Soks DIOSA Testo

Download su Amazon – Ascolta su Apple Music

Vai alla traduzione in italiano

[Intro]
Era mi reina
Ora è mi diosa
Quanno move dipendenza comme a coca
Audi Nera, sali sopra
Tanto ‘ossaje ca voglio a te
Nun fa’ a gelosa

[Strofa 1]
Si tu che dici ca cu me nun è chiu cosa
Peró quanno staje cu me pare ca te scuorde e tutt”e cose
Int”a Smart che cumpagne ca te staje sparanno ‘e pose
Passi ca e nun me saluti cchiu pare o faje pe gioco
Pazzije p”o fuoco, ‘o mezzo è parchiggiato
Mo mettimmo in moto, senza casco ngapa
Jamme a Lungomare, je e te mano e mano
Puorteme luntano, ancora cchiu luntano
Nun e penzo si me riceno ca tu nun si bona
Pecché tu si assaje cchiu meglio e ‘ossaje tutte quante loro
Tu pe me si cchiu ‘mportante e chesti cullane d’oro
Comme a quanno me dicisti ca cu me stive buono

[Ritornello]
Era mi reina
Ora è mi diosa
Quanno move dipendenza comme a coca
Audi Nera, sali sopra
Tanto ‘ossaje ca voglio a te
Nun fa’ a gelosa

[Strofa 2]
N’ata cosa, mo si n’ata cosa
Te veco int”e storie
Tiene n’ata storia
Scinne a sera e po ‘a matina tuorne
‘Tt”e guagliune attuorno
‘Tte quanti te vonno

[Ritornello]
Era mi reina
Ora è mi diosa
Quanno move dipendenza comme a coca
Audi Nera, sali sopra
Tanto ‘ossaje ca voglio a te
Nun fa’ a gelosa

[Outro]
Si tu che dici ca cu me nun è chiu cosa
Int”a Smart che cumpagne ca te staje sparanno e pose
Pazzije p”o fuoco, ‘o mezzo è parchiggiato
Jamme a Lungomare, je e te mano e mano
Puorteme luntano, ancora cchiu luntano

La traduzione dal dialetto all’italiano

[Intro]
Era la mia regina
Ora è la mia Dea
Quando si muove da dipendenza come la cocaina
Audi Nera, sali sopra
Tanto ‘ossaje ca voglio a te
Non fare la gelosa

[Strofa 1]
Sei tu a dire che non vuoi stare più con me
Ma quando stai con me sembra che ti scordi tutte cose
Nella Smart con le amiche che ti stai sparando le pose
Passo di qua e non mi saluti, sembra che lo fai per gioco
Pazzie per il fuoco, il mezzo è parcheggiato
Ora mettiamo in moto, senza casco in testa
Andiamo sul lungomare, io e te mano per mano
Portami lontano, ancora più lontano
Non ci penso se mi dicono che tu non sei buona
Perché sai che sei meglio di tutte le altre
Tu per me sei più importante di queste collane d’oro
Come quando mi dicesti che con me stavi bene

[Strofa 2]
Un’altra cosa, ora sei un’altra cosa
Ti vedo nelle storie
Hai un’altra storia
Esci la sera e poi torni di mattina
Tutti i ragazzi intorno a te
Tutti ti vogliono

[Outro]
Sei tu a dire che non vuoi stare più con me
Nella Smart con le amiche che ti stai sparando le pose
Pazzie per il fuoco, il mezzo è parcheggiato
Andiamo sul lungomare, io e te mano per mano
Portami lontano, ancora più lontano

Torna al testo