Denny LaHome – Para Paradiso – testo, audio e video ufficiale

0

Aggiornamento: è uscito il video ufficiale che accompagna Para Paradiso, nuovo singolo di Denny LaHome, emergente rapper milanese uscito dalla scuola di Amici 13. Si tratta del primo singolo ufficiale del disco d’esordio Curriculum, uscito il 20 maggio 2014. Il filmato che andiamo a vedere, è stato diretto da Claudio Zagarini con l’aiuto di Mattia Biancardi, e vede la partecipazione di Giada Di Fant, Vera Santagata e Francesca Semenza.

Scritto il 12 maggio 2014
Denny-LaHome

Para Paradiso è il nuovo singolo di Denny LaHome, emergente rapper milanese lanciato dal talent show Amici 13 condotto da Maria De Filippi.

Dopo i brani inediti cantati alla trasmissione Vivo Underground, Arrampicatrice Sociale e Pensavo di volare, e il singolo  Me Lo Merito, è il turno di questa nuova canzone, che anticipa il rilascio del debut album Curriculum, la cui uscita è fissata al 20 maggio 2014.

L’opera prodotta dalla Newtopia, l’etichetta discografica fondata da Fedez e J-Ax, conterrà 12 tracce inedite.

Di seguito potete ascoltare la versione parziale; per ascoltare quella integrale è sufficiente possedere un account gratuito a Deezer.

Testo Para Paradiso – Denny LaHome

Cara Italia mia
la tua grande bellezza
costa una follia
e tutti vanno via
come dopo una festa
e scemo chi resta
a fare pulizia
per restare calmo
di tanto in tanto
faccio un viaggio e parto
stacco la spina, stappo lattina
spacco una cima e spingo ‘sta rima
Te parti perché da ‘ste parti
non trovi stipendio
diavoli in paradiso
e poveri cristi all’inferno
Over 40 non capisci il testo
nato nel ’70 disco inferno
il rap non sbaglia perché tu sei un vecchio
con l’apparecchio disco infermo.

Quanto tempo perso già
io me ne sbatto
che sei lento
e non mi guardo più indietro
e non mi guardo più indietro
io vado in para-para-para-paradiso
para-para-para-paradiso
para-para-para-paradiso
para-para-para-paradiso.

Nel mio Paese è un’avventura
scavo nei miei sogni
con le mani
quando il corpo è tra quattro mura
lo spirito fa viaggi più lontani
i ragazzini col cervello in fuga
cervello in fumo
cervelli strani
il futuro non lo assicura
‘sta dittatura
di ‘sti vecchi in cialis

E siamo come le ragioni di ‘sta crisi
metà di noi si vede metà sono le radici.

Quanto tempo perso già
io me ne sbatto
che sei lento
Quanto tempo perso già
cercando un angolo perfetto
io vado in para-para-para-paradiso
para-para-para-paradiso
para-para-para-paradiso
para-para-para-paradiso.

Mia cara Italia
qui troppi dicono scappa
ci vuol coraggio
a restare qui a spada tratta
L’onesto qui deve porgere
l’altra chiappa
al ladro che non si pente
ma se la canta.

Da noi si impara-para-para a fare il dito
il venerdì la gente vuole fare schifo
io vado in para-para-para-paradiso
para-para-para-paradiso
para-para-para-paradiso
para-para-para-paradiso.