Coez – La rabbia dei secondi: testo e video ufficiale

0

La rabbia dei secondi è il nuovo singolo di Coez estratto da Niente che non va, terzo album in studio del cantautore e rapper nocerino Silvano Albanese, il cui rilascio è fissato al 4 settembre 2015 per Carosello Records. Cliccaste sull’apposito link per leggere la tracklist dell’opera.

Dopo i promozionali Ti sposerai e Still Life, il cantante torna in radio con questa bella e positiva canzone, on air da venerdì 21 agosto 2015.

L’inedito è uno dei brani più forti del disco: “Fin dall’album precedente avevo intenzione di voler fare qualcosa del genere, non volevo uscire con un altro disco di canzoni d’amore, o almeno non soltanto. In questo pezzo non parlo di me in prima persona, ma è comunque probabilmente il testo che mi racconta meglio in assoluto” ha affermato Coez riguardo quest’orecchiabile traccia.

La canzone è accompagnata dal video ufficiale disponibile da venerdì 28 agosto. Il filmato è stato diretto da Edoardo Bolli ed è molto colorato ed allegro.

Siete curiosi di vederlo? Potete farlo cliccando sull’immagine sottostante, dopo la quale trovate il testo completo da noi trascritto in esclusiva per voi che ci seguite sempre.

la-rabbia-dei-secondi-video-coez

 

Testo La rabbia dei secondi – Coez (Digital Download)

[Verso 1]
Buongiorno a te che c’hai la faccia pulita
che nella tua vita
non hai visto mai una salita
e la prima che incontri sarà tutto più chiaro
a volte esiste il dolce, a volte esiste l’amaro
pesa la solitudine dei numeri primis
ma la rabbia dei secondi anche peggio
c’ho fatto l’abitudine, ora sorridimi
siamo così in basso che non può andare peggio

[Ritornello]
Buongiorno a te, a te, a te
numero uno
dovrai fare i conti con la rabbia dei secondi
dietro di te, di te, di te
c’è il numero uno
farai i conti con la rabbia dei secondi

[Verso 2]
C’è chi vuole un motore, c’è chi vuole una lambo
a chi basta il tuo cuore, chi ti abbassa la lampo
e chi fa il mio lavoro per restare bambino
(ohh)
c’è chi lo fa per essere il primo
e dal finestrino di un aeroplano
il mondo è più bello che da quello di un camion
ed ogni volta che sali su, poi torni giù
quaggiù

[Ritornello]
Buongiorno a te, a te, a te
numero uno
dovrai fare i conti con la rabbia dei secondi
dietro di te, di te, di te
c’è il numero uno
farai i conti con la rabbia dei secondi

[Gancio]
La fine dov’è, mi chiedo se c’è un punto d’arrivo
e una vita che lotti, è una vita che corri per essere il primo
l’arrivo dov’è, dov’è, dov’è, dov’è, dov’è
il primo dov’è, non c’è, non c’è

[Ritornello]
Buongiorno a te, a te, a te
numero uno
dovrai fare i conti con la rabbia dei secondi
dietro di te, di te, di te
c’è il numero uno
farai i conti con la rabbia dei secondi

Buongiorno a te, a te, a te
numero uno
dovrai fare i conti con la rabbia dei secondi
dietro di te, di te, di te
c’è il numero uno
farà i conti con la rabbia di chi non è stato mai nessuno