Club Dogo – Soldi: video ufficiale e testo

0

 

Si intitola Soldi il nuovo singolo dei Club Dogo, quarto estratto da Non siamo più quelli di Mi Fist, album pubblicato lo scorso 9 settembre.

Dopo i precedenti Weekend, Fragili e Sayonara, arriva il filmato che accompagna la traccia numero cinque del settimo studio album di Guè Pequeno e soci, il cui titolo è volutamente provocatorio. Il gruppo ha infatti scelto di chiamarlo così, al fine di esorcizzare le critiche piovute negli ultimi anni, che accusano il trio di essere cambiato rispetto alle radici, esattamente ai tempi del disco d’esordio Mi fist.

La canzone utilizza una campionatura di “Soldi soldi soldi” di Betty Curtis, pezzo scritto da Garinei, Giovannini e Kramer ma lanciato da Sophie Loren in “Boccaccio”, pellicola anni ’70 ad episodi, diretta da Vittorio De Sica, Federico Fellini, Luchino Visconti  e Mario Monicelli. Betty Curtis è stata tra gli artisti ad averla incisa, e la sua versione è quella che ha avuto maggior successo.

Il video ufficiale che accompagna questa canzone, è stato diretto da Marco Salom ed è stato rilasciato ieri. Nelle immagini vediamo il gruppo a bordo di una Impala in una Los Angeles notturna.

Di seguito potete leggere il testo mentre cliccando sull’immagine, accedete al videoclip che accompagna Soldi, visionabile anche in apertura articolo.

Vi ricordiamo che il prossimo 5 dicembre, i Club Dogo inizieranno la tournee di presentazione del nuovo progetto discografico. Si inizia da Casa Della Musica di Napoli, il 6 sarà la volta dell’Orion di Roma, il 12 a Livello 11/8 a Trepuzzi (LE), il 13 a Demodè di Modugno (BA), il 27 al Supersonic Music Arena di San Biagio di Callalta (TV), il 9 gennaio 2015 all’Obihall di Firenze, il 10 al Vox Club di Nonantola (MO), il 16 al Musicnet (Spazio Esposizioni) di Lugano, il 16 al Teatro Concordia di Venaria Reale (TO) ed infine il 28 all’Alcatraz di Milano.

dogo-soldi-videoclip-screen

Testo Soldi – Club Dogo (Digital Download)

A 18 anni appoggiato al muro passa la volante e io sputo
ora ne ho più di 30 e non ho bisogno d’amore, ho bisogno d’aiuto
non morire prima di almeno dire di averci provato
il tempo vola frate, su un jet privato
gli occhi su di me come se entravo tardi in classe
gli occhi su di me come ora che spacco le casse
nato in inverno in cui per non aver freddo non cerco una sposa
mi basta soltanto una nuova calda giacca di marca costosa
guardo in strada fuori c’è solamente miseria
contro i nostri cuori gelo la Siberia
e la cosa buffa è che volevo te
mica tutte queste cagne come West
dici che mi vuoi bene, vuol dire che non mi ami
prendo tutti sti soldi li lancio, ci faccio degli horigami
portami rispetto e un caffè corretto
zero ascensore ma 30 piani a piedi per il successo

Vorrei raccontarti quello che ancora non sai
regalarti ancora quello che ancora non hai
oggi ieri siamo ancora in mezzo ai guai
e più soldi sono più problemi hai
cercavamo l’oro come nel Klondike
pensavamo no di non farcela mai
noi due soli con una Marlboro light
ci bastava così poco ora non tornerai

Volevo svoltare soltanto per non incontrare lo sguardo degli altri
volevamo prenderci il mondo ma non c’era niente che potessi darti
per farlo ho dovuto sporcarmi tanto che tu non riuscivi a guardarmi
perciò oggi da grande faccio i soldi veri non faccio più finta di farli
per fare dei passi avanti ho perso un po’ l’equilibrio
sta vita consuma sa di petrolio fai 2 con un litro
ho corso così tanto dietro a tutto questo cash
che ho lasciato indietro chi correva assieme a me
se avessi dovuto comprare la vita che vivo
l’amore saprebbe di niente e il successo mi farebbe schifo
i soldi non mi daranno indietro l’ultima volta che hai riso
l’oro del mondo non fonde per fare le chiavi del paradiso
schiacciami col tacco 12, spezza le carte di codici
torniamo quelli che eravamo se non puoi amarmi almeno odiami
stringimi forte fino alla morte e lasciami dire che ti amo
poi tappami dentro una bara di soldi però con la tua foto in mano

Vorrei raccontarti quello che ancora non sai
regalarti ancora quello che ancora non hai
oggi ieri siamo ancora in mezzo ai guai
e più soldi sono più problemi hai
cercavamo l’oro come nel Klondike
pensavamo no di non farcela mai
noi due soli con una Marlboro light
ci bastava così poco ora non tornerai

Ti ricordi quando volevamo i soldi?
ora siamo fottuti perché pensiamo soltanto ai soldi
affascinati dal male e le sue radici, amici traditi
soldi finiti nelle radici e ora l’unica cosa che dici è
viva i soldi