Club Dogo & Fabri Fibra: Dieci Anni Fa Remix: testo e audio

0

 

Dieci Anni Fa Remix feat. Fabri Fibra è il primo singolo dei Club Dogo estratto da Non Siamo Più Quelli Di Mi Fist (The Complete Edition), album che sarà rilasciato il 5 maggio 2015 da Universal Music Italia.

Pre-ordinando il disco su iTunes, sarà possibile scaricare subito questa canzone e Start It Over (feat. Cris Cab) [Takagi & Ketra Remix]. Il disco conterrà 48 tracce e sarà disponibile oltre che nella versione digitale, nel formato fisico 3 cd più 1 dvd che conterranno l’album Non Siamo Più Quelli Di Mi Fist uscito a settembre, l’album con i remix e gli ospiti ed il CD live. Il DVD proporrà invece due concerti, il docu-film girato a Los Angeles e tutti i video. Si tratta insomma di un’opera che in fans dei Dogo non possono di certo scappare.

In Dieci Anni Fa Remix, Fabri Fibra collabora per la prima volta con il trio formato da Guè Pequeno, Jake La Furia e Don Joe. Rispetto alla precedente versione contenuta nell’ultima fortunata fatica discografica, si aggiunge il verso di Fibra. Da due versi passa quindi a tre.

Noi l’abbiamo appena trascritto e lo trovate appena dopo l’immagine relativa alla cover. Cliccando sull’immagine potete ascoltare l’audio ufficiale di questo pezzo.

club-dogo-dieci-anni-fa-remix-ft-fabri-fibra

Testo Dieci Anni Fa Remix – Club Dogo feat. Fabri Fibra (Digital Download)

[Verso 1:]
Dieci anni fa ho fatto vedere a tutti come fare rap
Ne è passato di flow sotto i ponti e oggi
Voglio fare vedere a tutti come fare i soldi
Mio padre è lì che sorride, se mi vede sul giornale
Spacco queste serate, sette persone a cui do da mangiare
E dici “Sono solo soldi e put*ane”, capito male, legge del cane
Vuoi fare la star? Frà, devi sudare oppure le stelle ti stanno a guardare
R-i-s-p-e-la coppia di t-o
Sto avanti, ti leggo i pensieri, tu sei nato ieri e mi parli di hip hop
Da quindici anni nel business, tu sei solamente un mio spermatozoo
Nada cambia, capo della banda, uno per i soldi, due per lo show
Quanto sei gangsta, o mi spari in faccia o mi spari una pom*a e basta
Ringrazia me se oggi fai il rap e ti metti qualcosa in tasca
Quando ho iniziato volevo soltanto delle sneaker nuove
Son diventato più caldo del sole, Rolex e droghe e più supermodel nuove

[Hook]
Dieci anni fa avevo soltanto un milione di lire
Ma avevo un milione di rime e un milione di cose da dire
Mi ha ripagato il talento e lo stile, per arrivarci ho sputato la bile
Poi sono arrivati gli euri a pile e tutte ‘ste tipe a fare le file
Quindi prima di abbaiare sciacquati la bocca
Se parliamo di rappare, sotto a chi tocca
Ho sempre perso ieri per vincere domani
Siamo il rap italiano, tu bacia le mani

[Verso 2: Fabri Fibra]
Dieci anni fa, cantavo rap in vena
dieci anni dopo rapper Cristina D’Avena
fanno pena, fanno la messa in piega, mi fanno una se*a
dicono solo caz*ate come chi ritorna da Las Vegas
la roba è serie, questa è la serie a, la nostra era
tutti che provano a costruirsi una carriera
frate anch’io voglio sfondare guarda, nella sfera
la fortuna ha due sorelle, aspetta e spera
prendo una fi*a, la butto nel letto, ci pis*io sopra, lei si bagna
è inutile dire che se oggi fai il rapper è solo perché si guadagna
la testa per aria, giro l’Italia e me la fumo in una canna
dieci anni fa ho fatto caz*ate che poi ho pagato lo so, è il karma
non si lavora con gente che parla e non conclude, porta sfiga
dieci anni fa dicevano Fibra sei qua, mi sa che era tutta invidia
la scena è cambiata, chiudo un’altra data
e porto marijuana in Vaticano come dono per il Papa

[Hook]
Dieci anni fa avevo soltanto un milione di lire
Ma avevo un milione di rime e un milione di cose da dire
Mi ha ripagato il talento e lo stile, per arrivarci ho sputato la bile
Poi sono arrivati gli euri a pile e tutte ‘ste tipe a fare le file
Quindi prima di abbaiare sciacquati la bocca
Se parliamo di rappare, sotto a chi tocca
Ho sempre perso ieri per vincere domani
Siamo il rap italiano, tu bacia le mani

[Verso 3]
Dieci anni fa ho fatto jam, breakdance e l’aerosol art
E adesso che sono un nemico per questi b-boy
Allora vaffan*ulo e pagami, insert coin
Mio padre è lì che sorride, mi vede spaccare ‘sti break
Prima per tutti ero solo suo figlio, oggi è lui che è il padre di Jake
Dieci anni fa avevo soltanto parole e coglioni
Zero visualizzazioni, zero milioni, un grammo e zero padroni
Zio, non dico grazie a nessuno
Grazie al caz*o, soldi ne conto fin quando li sfumo
Sesso sicuro, scopo come non ci fosse un futuro
Avevo il naso sulle vetrine in Montenapo
Ma con le rime ero già il capo, oggi ho più anelli e collane di Jacob
Sbarbato, ti hanno detto che tutto è sbagliato
Che per i soldi non l’hanno mai fatto, sembra che fanno il volontariato (fan*ulo)
Chiamami Cake la Furia, taglio la torta più grossa e più dura
E non importa che abbiate rispetto, mi basta che abbiate paura

[Hook]
Dieci anni fa avevo soltanto un milione di lire
Ma avevo un milione di rime e un milione di cose da dire
Mi ha ripagato il talento e lo stile, per arrivarci ho sputato la bile
Poi sono arrivati gli euri a pile e tutte ‘ste tipe a fare le file
Quindi prima di abbaiare sciacquati la bocca
Se parliamo di rappare, sotto a chi tocca
Ho sempre perso ieri per vincere domani
Siamo il rap italiano, tu bacia le mani