Ascolta Un’altra brasca di DJ Gengis, Gemello & Carl Brave

0


copertina canzone un'altra brasca

Un’altra brasca è un singolo made in Roma del deejay e producer Loris Malaguti, alias DJ Gengis, con la collaborazione del cantautore Carl Brave e del rapper Gemello, al secolo Andrea Ambrogio.

Leggi il testo di questa gradevole canzone, scritta dai tre artisti con la collaborazione di Matteo Pezzolet. Gendis, membro del duo romano Rubber Headz e DJ ufficiale di Noyz Narcos, l’ha così commentata: “il brano è nato in studio mentre ero con Matteo, bassista con cui ero in tour insieme ad Alex Britti. Un’altra brasca è un connubio tra una parte elettronica e strumenti classici. Dopo aver finito di produrla, l’ho riascoltata e ho pensato che un featuring ci sarebbe stato bene. Alla fine i feat. sono stati due.”. Poi riferendosi a Carl Brave ha detto: “Il giovane talento trasteverino oltre ad aver scritto metà della traccia, ha aggiunto un po di sale alla produzione rendendola una hit totale“.

Link Sponsorizzati

Testo Un’altra brasca di DJ Gengis, Gemello & Carl Brave

downloadDownload su: AmazoniTunes

[1a Strofa: C. Brave]
Cerco il cellulare e ce l’ho in tasca
Becco un’altra pazza, faccio il salto della quaglia (hop!)
Trenitalia che deraglia
Lei dice “che scesa”, poi va in bagno che s’accende un’altra paglia-ahi-ahi-ahi
Quando ti vedo, tutto è ok, il mondo è peso, ehi
Amazon arriva rotto, chiedo il reso, ehi
Vuoi corone, schei, lire, euro, pesos, ehi [Nota: schei significa quattrini]

[Pre-Rit. 1: Carl B.]
E te
Quando esci quel body
Sì, te
Stasera mi ci trovi


[Rit.: C. Brave]
Quando ti becco è come se pijo l’ayahuasca [Nota: L’ayahuasca (letteralmente “liana degli spiriti” o “liana dei morti” in lingua quechua), è un infuso psichedelico a base di diverse piante amazzoniche in grado di indurre un effetto visionario oltre che purgante]
Io per te so’ stato solo un’altra brasca [Nota: la brasca è una sorta di telaio di legno applicato al carro rustico per renderlo più capace]
Un ventino che casca e non trovi più
Come la linea sottile tra Louvre e Lourdes
Se c’hai freddo ti metto le mani in tasca
Siamo l’acqua che trasborda dalla vasca
Sei un boccone che non riesco a manda’ giù
Come un’unghia soffocata dalla manicure (uh)

[2a Strofa: Gemello]
Cuore trafitto, Belle & Sebastian
Non piangi più acqua: pianta grassa
L’arcobaleno adesso è bianco e nero
Ma dimmi perché
Scoli una birra doppio malto random
Mangi le mani se mi stai pensando
Esplodiamo come due Big Babol
Costellazioni, sì, scuola di Nanto

[Pre-Rit. 2: Gemello]
E questa luna ti splende negli occhi
Siamo la luce che brilla le notti
Un’altra brasca sui nostri ricordi (Ricordi)

[Rit.: Carl Brave]
Quando ti becco è come se pijo l’ayahuasca
Io per te so’ stato solo un’altra brasca
Un ventino che casca e non trovi più
Come la linea sottile tra Louvre e Lourdes
Se c’hai freddo ti metto le mani in tasca
Siamo l’acqua che trasborda dalla vasca
Sei un boccone che non riesco a manda’ giù
Come un’unghia soffocata dalla manicure (uh)



[Ponte: Carl B.]
Vedo le tue storie e tutti i giorni vai a dormire alle 3
Stai sempre ‘mbriaca a fa’ quel pezzo che fa “Asereje” (“Asereje” ah) [Nota: Aserejé, anche nota come The Ketchup Song, è una celebre canzone del gruppo musicale spagnolo Las Ketchup, pubblicata il 15 maggio 2002]
Non mi parli più da quando il tuo amico ha preso la ketch, morte
Mi metto gli occhiali che la nostra storia è da rivede’, con te

[Rit.: C. Brave]
Quando ti becco è come se pijo l’ayahuasca
Io per te so’ stato solo un’altra brasca
Un ventino che casca e non trovi più
Come la linea sottile tra Louvre e Lourdes
Se c’hai freddo ti metto le mani in tasca
Siamo l’acqua che trasborda dalla vasca
Sei un boccone che non riesco a manda’ giù
Come un’unghia soffocata dalla manicure (uh)

[Outro: Gemello]
E questa luna ti splende negli occhi
Siamo la luce che brilla le notti
Un’altra brasca sui nostri ricordi, ricordi, ricordi